in

Robbie Fowler: quando ti piace tirare…i rigori!

L’esultanza trasgressiva di Robbie Fowler

robbie fowler
Fonte immagine: ultimouomo.com

Non possiamo non ricordare una delle esultanze più ignoranti della storia del calcio: Robbie Fowler, attaccante del Liverpool nel ’99, dopo aver segnato su rigore nel derby contro l’Everton, si rivolse alla curva avversaria simulando una “sniffata” alla riga di gesso.

Lo show sembra sia stata una risposta provocatoria al gossip sulla sua vita privata.

Fowler scatenò l’indignazione della federcalcio inglese, ottenendo da essa una squalifica di 4 giornate, oltre che 32.000 sterline di multa. Tuttavia c’è da dire che la sanzione pecuniaria era la somma di due gesti antisportivi: infatti oltre alla “sniffata”, il calciatore fu colpevole di un gestaccio contro il difensore del Chelsea, Le Saux, alludendo alla presunta omosessualità del collega blues.

Ma Robbie Fowler non lo ricordiamo solo per i suoi comportamenti bizzarri, ma anche e soprattutto per il suo spiccato talento.

L’attaccante rimasto nella storia del Liverpool, ha segnato ben 163 gol in Premier League, e  in un sondaggio si è classificato al 4° posto nella classifica dei giocatori della sua squadra più forti di sempre.

Robbie Fowler, ha conquistato due Coppa di Lega, una Coppa Uefa, una Supercoppa Uefa e una Coppa d’Inghilterra.

Il campione ottenne il soprannome di “The God” (il Dio), per le sue eccellenti prestazioni.

Un’indiscrezione su di lui è che da piccolo tifava Everton.

L’ex attaccante ha concluso la sua carriera giocando in Australia e Thailandia. Proprio in questo ultimo paese, ancora oggi, trascorre la maggior parte del suo tempo.

Ma “The God” ha anche scritto un’autobiografia, ha fatto l’allenatore e l’imprenditore.

Per le sue attività di business, l’uomo oggi risulta essere uno dei mille britannici più ricchi in una classifica del Sunday Times.

Robbie Fowler rimane nella storia nel bene e nel male…grazie alle sue giocate e grazie alle sue bravate sul campo di calcio e grazie a un patrimonio niente male!

Maria Caterina Crugliano

Scritto da Maria Caterina Crugliano

Copywriter dell’ironia. I miei genitori devono ancora capire che lavoro faccio. Penso quindi scrivo (e rido).