in

Eriksson applaude Mancini: “Sapevo che sarebbe diventato un grande allenatore”

Parla il suo maestro alla Lazio

mancini Eriksson share hibet social
Fonte immagine: Twitter

L’Italia continua il suo fin qui ottimo cammino a Euro 2020. La Nazionale azzurra ha fin qui sempre vinto nelle tre partite disputate, in un girone all’apparenza ostico contro Turchia, Svizzera e Galles. A dare ulteriore valore al percorso netto della compagine guidata dal commissario tecnico Roberto Mancini è il fatto che tra le sue rivali c’è anche una delle migliori terze. Motivo per cui è lecito credere nel cammino degli azzurri.

 

Proprio il ct italiano è stato una delle armi in più nel percorso di questa Nazionale. Dopo il disastro procurato dal suo predecessore Giampiero Ventura, con tanto di mancata qualificazione ai Mondiali del 2018, il Mancio è stato bravissimo a ricompattare il gruppo prima ancora che pensare a dare gioco a una rappresentativa capace di non perdere per 30 gare consecutive. Un record che risale ai tempi di Vittorio Pozzo.

Mancio, senti Sven

Tra gli altri, a tessere le lodi di Mancini ci pensa un suo vecchio maestro, Sven Goran Eriksson. L’ex tecnico svedese ha parlato così del suo allievo in un’intervista per Il Mattino: “L’ho capito quasi 30 anni fa che Mancini sarebbe stato un grande allenatore, per me non è una sorpresa vederlo gestire l’Italia in questo modo. Ho capito che Mancini sarebbe diventato un grande tecnico al primo anno assieme alla Sampdoria e nel percorso che abbiamo fatto, poi, anche alla Lazio. Mentre era in campo, quando calcava il terreno di gioco, Mancini già faceva l’allenatore”.

 

Leggi anche...  Tiri Mancini

 

Eriksson, dunque, non è stupito per il cammino fin qui intrapreso da Mancini. E svela anche un suo favore per l’Italia e per un’altra Nazionale che si sta esprimendo su buoni livelli a Euro 2020: “Dal mio punto di vista, l’Italia è con la Germania la squadra che ha innalzato maggiormente il proprio livello. Questo, poi, si vede anche durante le gare: i risultati non mentono mai. Questo il motivo per il quale vedo l’Italia come una delle principali favorite per la vittoria”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter