in

Djokovic su Alcaraz: “Mi ricorda quando affrontavo Nadal”

Fonte immagine: Profilo Instagram @djokernole

Novak Djokovic trionfa a Cincinnati al termine di una finale pazzesca. Questo è il suo commento: “Un match che si può paragonare alle montagne russe, e non credo di aver giocato tante partite come questa contro Alcaraz nella mia vita. Forse posso paragonarla alla finale dell’Australian Open 2012 contro Nadal, un match durato molto tempo. Ovviamente il match odierno era al meglio dei tre set, ma abbiamo speso in campo quasi quattro ore. Alcuni fasi della partita sono state favorevoli ad uno dei due giocatori, altri momenti a favore dell’altro”.

Proprio la sfida contro Carlos Alcaraz sembra aver esaltato il tennista serbo. L’andamento della partita lo ha quasi sfiancato: “È stata una grande battaglia. Io ho iniziato meglio, ma poi ho faticato molto a livello fisico. Lui aveva un set e un break di vantaggio. Quando lui ha giocato un game poco solido tanto da permettermi di ottenere il break, io ho giocato molto bene. Ho pensato che forse avrei avuto una possibilità. Poi ho lottato e ho creduto di potercela fare”.

Djokovic osanna Nadal

Proprio a proposito delle sfide contro Alcaraz, Djokovic ha speso ancora una volta un paragone molto importante. “La sensazione – dice Nole – che provo in campo quando gioco contro di lui mi ricorda un po’ quando affrontavo Nadal quando eravamo entrambi al culmine della nostra carriera. Ogni punto era qualcosa di frenetico. Ogni punto è una battaglia. Ti senti come se non otterrai più di cinque punti gratuiti nell’intera partita. Devi guadagnarti ogni singolo punto, ogni singolo colpo, indipendentemente dalle condizioni del campo”.

Infine un commento sul pubblico che ha riempito il Centre Court di Cincinnati. Il serbo ha fatto capire di aver sentito tanto supporto dagli spalti: “I tifosi sono stati incredibili per tutta la settimana. Sono stati super gentili e di supporto. Mi hanno accolto a braccia aperte. La prima sessione di allenamento che ho fatto lo stadio era pieno. È stato stupefacente. Non venivo negli Stati Uniti da un paio d’anni e non sapevo come sarei stato accolto dai fan. È stata una settimana perfetta in tutti i sensi”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @djokernole

blog hibet