in

Disney bussa in casa Nba: “Volete ripartire? Ci pensiamo noi”

Fonte immagine: Flickr

Rumors di ripartenza per l’NBA? La lega professionistica di basket americano si è fermata a inizio marzo, come il resto delle competizioni sportive su scala mondiale. Ma sempre dagli States, in particolare dalla Florida, è arrivato un sostegno per far sì che il campionato possa concludersi. E questo aiuto viene offerto direttamente dalla Disney.

A svelare questa notizia è stato Mike Bass, portavoce della lega, che ha svelato che sono partiti i contatti con la società di intrattenimento per bambini. L’idea sarebbe quella di portare tutti – giocatori, allenatori e tutto lo staff – a Disney World a Orlando, in Florida, per la disputa delle ultime partite e dei playoff.

L’Nba, in associazione con il sindacato dei giocatori, ha avviato contatti esplorativi con la Walt Disney Company per ricominciare la stagione 2019-20 a fine luglio al Espn Wide World of Sports Complex, parte di Disney World in Florida. Sarebbe il sito unico per partite, allenamenti e alloggi”, questo è quanto si legge nell’annuncio dato da Bass.

In un primo tempo, a offrirsi per ospitare le squadre dell’Nba era stato il proprietario di un gigantesco casino di Las Vegas. Ma alla fine, non se ne fece più nulla. Questa opzione di portare la lega professionistica più ricca della Terra a Disney World sembra particolarmente gradita, sia ai giocatori che ai proprietari della franchigie, i quali potrebbero anche usufruire di un discreto ritorno economico.

La nostra priorità – ribadisce Bass – resta quella di assicurare la salute e la sicurezza di tutti quelli coinvolti, e stiamo lavorando con esperti di salute pubblica e autorità governative per assicurarci di avere dettagliate linee guida che ci consentano di avere appropriati protocolli medici e protezioni”.

Sono già state svelate le eventuali linee guida che le franchigie dovranno seguire per il trasferimento a Orlando. Viaggeranno al massimo 35 persone per squadra e ci sarà abbastanza spazio per garantire allenamenti alternati alle singole formazioni, oltre alla disputa di partite in campi indoor che verranno allestiti per l’occasione. Il tutto con il supporto di Espn, emittente di punta nella trasmissione delle partite e di proprietà – guarda un po’ – della Disney.

E si sta riflettendo anche sull’arena in cui dovrebbero disputarsi le eventuali Finals: è lo Espn Wide World of Sports Complex, un complesso che può arrivare a ospitare anche 5mila spettatori e che lo scorso anno ha ospitato l’Nba Global Championship, un camp per adolescenti che diventeranno le stelle del futuro.

Francesco Cammuca

Fonte immagine: Flickr

Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.