in

Dionisi avverte il Milan: “Non faremo lo sparring partner”

A Reggio Emilia sarà partita vera

dionisi share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @federicodionisi87

Alessio Dionisi si avvicina alla partita che deciderà lo scudetto con una certa tranquillità. Il tecnico del Sassuolo ha fatto capire, in una lunga intervista per la Gazzetta dello Sport, che gli sono arrivate tante richieste di accredito e di biglietti per la gara della stagione: “In questi giorni ho scoperto di avere amici che non conoscevo. Non le dico quanti biglietti mi hanno chiesto. Ho dovuto dire di no a tutti, per mia figlia l’ho comprato. Però l’atmosfera è bellissima”.

In vista della partita contro il Milan, Dionisi è consapevole del fatto che la capolista è la favorita per vincere il match: “Ci danno poche chances, me ne rendo conto. E un po’ lo capisco. Il Milan è la squadra migliore e ha fatto un filotto di risultati. I rossoneri meritano il primato e capisco che qualcuno, anzi tanti diano per scontata la loro vittoria contro di noi. Ma per il Sassuolo quel risultato non è affatto scontato. Non saremo uno sparring partner, questo è sicuro“.

Dionisi attende il Milan

Stando a sentire il tecnico, debuttante in Serie A dopo la bella cavalcata di Empoli, il Sassuolo non intende lasciar passare facilmente i rossoneri: “Noi non abbiamo nulla da perdere, ma abbiamo le qualità per metterli in difficoltà. Certo, per la prima volta sfidiamo una grande squadra che ha più motivazioni di noi. Però sappiamo cosa fare, sperando che basti. Noi cerchiamo sempre di imporre il gioco, ma se capita attacchiamo velocemente. Come il Milan, che negli spazi e nelle transizioni veloci può fare male a tutti“.

In conclusione Dionisi fa capire che ci sono tanti piccoli aspetti che possono decidere una partita: “Dobbiamo ricordarci che contro avversari più forti non si determina solo con la palla, ma anche senza. E sotto questo aspetto le motivazioni contano. Dovremo essere bravi a mettere pressione, a orientare se possibile la manovra avversaria. Se trascuri quella fase di gioco, finisce come a Napoli. A volte nello stesso incontro facciamo due partite: una con la palla e una senza. E il gap è sensibile. Non basta la qualità, serve l’attitudine“.

Ci aspettiamo una grande partita al Mapei Stadium.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @federicodionisi87