in

Dino Zoff tra successi e balletti.

Quella volta in discoteca con Fabio Capello…

dino zoff share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @dinozoffofficial

 

Dino Zoff, uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi, noto per aver costellato la sua carriera di successi, racconta sé stesso. Non solo la serietà e l’impegno sul campo da calcio, ma anche il “lato oscuro”, quello del divertimento, della leggerezza, che è dato a tutti, soprattutto per festeggiare la vittoria.

Così, Zoff racconta di una di quelle serate incredibili, di successo e allegria che ha condiviso e trascorso, indovinate con chi? Con Fabio Capello.

Tra i suoi racconti ce n’è infatti proprio uno che lo riguarda e nel mezzo della storia c’è anche una discoteca e le sei del mattino!

Beh, che c’è di male? Anche due come Dino Zoff e Fabio Capello quando vogliono sanno divertirsi. Infatti, a chi lo dipinge come un solitario e introverso dice: “Quando c’è da festeggiare qualcosa di importante si fa, basta non farlo sempre, sennò perde tutto di senso, anche la festa”.

Le sue doti da ballerino sono state immortalate in una foto durante gli anni ’70 ed è così che la commenta: “Festeggiavamo uno scudetto e non mi tiravo indietro. Ma a quei tempi si andava a ballare solo dopo una vittoria del campionato, mica tutte le sere. Era una cosa straordinaria. E si faceva tardissimo, si tornava a casa all’alba. Ricordo la vergogna mia e di Capello, una volta che siamo usciti da un locale quando la gente andava a lavorare”.

Un uomo ed un calciatore con una morale e dei valori che forse oggi, in una società un po’ diversa, non esistono più.

Per concludere lancia un messaggio agli Azzurri di Mancini, sperando di vederli al Mondiale in Qatar, come regalo di compleanno per i suoi 80 anni il prossimo 28 febbraio.

Si, ma dove trovare la motivazione? Ricordando che siamo i campioni d’Europa.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @dinozoffofficial