in

Diletta Leotta entusiasta per l’arrivo della Serie A femminile.

La conduttrice di DAZN ha rilasciato alcune dichiarazioni per il Messaggero.

Fonte immagine: Profilo Instagram @dilettaleotta

La grande novità del momento che riguarda DAZN è quella dell’arrivo della serie A femminile italiana.

Molto entusiasta della notizia, appare Diletta Leotta.

La conduttrice infatti, si è lasciata andare ad alcune dichiarazioni in merito, durante un’intervista per il Messaggero, ed in particolare in merito a questa notizia afferma:

“Sulla violenza i messaggi che lancia la serie A in un ambiente ancora molto maschile come il calcio è importante. Quando scende in campo un campione è un messaggio forte, che aiuta a sensibilizzare. In ogni caso vorrei dirlo con parole forti, mi limito a dire: non ne possiamo più. La mia storia sta diventando anche quella di coinvolgere in questo fenomeno straordinario tante donne insieme a me, attorno a me, con me: penso a quel selfie bellissimo che con DAZN abbiamo scattato proprio prima di uno Juve-Chelsea di Woman Champions League. Eravamo tutte donne, quella sera, a raccontare donne che giocavano: quasi una provocazione, no? Davanti alle telecamere, dietro le quinte: un’autrice donna, una ragazza bravissima che nell’auricolare mi aiutava nella cronaca, una addetta alle riprese con la steady-cam romana-spagnola bravissima».

Una novità che sembra aver trovato già la sua tifosa numero uno, infatti afferma: “Io sarò la prima tifosa della serie A di DAZN: molte di quelle ragazze le ho conosciute realizzando lo speciale per la preparazione del mondiale delle azzurra.”

Una nuova pagina che mira a puntare il dito anche contro il catcalling e contro le stereotipie di ogni genere.

Diletta ha provato la sua esperienza nel mondo del calcio con le azzurre, ma ha appurato di essere più una brava conduttrice, e quando le si chiede se anche la figlia un giorno avesse voglia di giocare a calcio, lei risponde:

«Il papà calciatore non vuole, a me piacerebbe. Poi sia quel che sia. In ogni caso vorrei fosse una sportiva: io ho praticato calcio, scherma, tennis, pattinaggio. Ero brava davvero solo nel nuoto, non come la Pellegrini però. In ogni caso a me è servito tanto lo sport per la mia formazione». 

Nel frattempo, non manca il pensiero di ampliare la sua famiglia, con l’arrivo di altri figli: “Vengo da una famiglia molto numerosa: siamo cinque fratelli. Il parto è stato un’esperienza dura, ma il corpo dimentica e comunque voglio un secondo figlio: superiamo la media nazionale. Non arriverò a cinque, ma a due sì. E se sarà un maschio sarà bello educarlo al rispetto delle donne.” 

Sicuramente non vediamo l’ora che tutte queste novità scendano finalmente in campo!

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @dilettaleotta

blog hibet