in

Deschamps sulla situazione in Qatar: “Giocare i Mondiali non vuol dire approvare”

Il commissario tecnico della Francia si esprime sul suo gruppo dopo aver diramato le convocazioni

Deschamps share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @leparisien

Didier Deschamps, nel giorno in cui ha diramato le sue convocazioni in vista della Coppa del Mondo, ha fatto capire di avere a disposizione un grande gruppo. Un roster dal quale non sarà semplice lasciar fuori qualcuno dalla formazione titolare: “Appena saranno a Clairefontaine vorranno essere tutti titolari. Ho fiducia nel gruppo e in questi 25 giocatori. E Kylian come gli altri, ovviamente dopo quello che ha fatto e che continuerà a fare si colloca tra i giocatori straordinari, come Karim Benzema e Antoine Griezmann”.

Non ci sono dubbi sul fatto che la più grande concorrenza riguarda il reparto offensivo. Un reparto in cui spicca anche la figura di Olivier Giroud, dato in grande forma. Così il ct della Francia sul milanista: “Per quanto riguarda Giroud, la sua situazione è differente rispetto al 2021. Per la Francia è meglio che sia qui. Questa sera sono ben consapevole di aver reso infelici alcune persone, così come di aver regalato una grande gioia a 25 persone”.

Deschamps e il clima in Qatar

Si parla con Deschamps anche della situazione in Qatar, soprattutto sul piano dei diritti umani. Il ct campione in carica parla così: “Siamo in una sfera sportiva, ma ciò non significa che non vediamo cosa può succedere. Partecipare non significa approvare. E comunque questa decisione non è stata presa poche settimane ma più di dieci anni fa. La federazione ha preso le misure necessarie. E noi, al nostro livello, continueremo ad essere attenti.  Comunque c’è la FIFA, non possiamo fare quello che vogliamo”.

Si parla poi della difesa del titolo conquistato quattro anni fa. Una difesa non semplice, viste alcune defezioni importanti come quelle di Kante e Pogba: “Non siamo a nostro agio in questo momento, per non dire altro. Sarà fondamentale entrare in forma nella seconda parte del torneo, dopo il girone. Non c’è preparazione fisica. Non possiamo modificare lo stato fisico in cui arriveranno. Si può solo fare il punto sulla situazione medica, poi partiremo per il Qatar. Faremo di tutto, ma c’è solo una squadra che vince. Per raggiungere questo obiettivo, ci vorrà molto”.

Vedremo se la Francia riuscirà a piazzare il bis iridato.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @leparisien