in ,

Cosa farebbe oggi Michael Jordan in NBA?

michael jordan nba oggi share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @michaeljordan

Mark Jackson, ex giocatore e coach degli Warriors, ha parlato di Michael Jordan e della NBA contemporanea, affermando che  “his airness” farebbe 40 punti a partita.

Mia personalissima opinione: mai. E adesso la spiego.

Jordan ( che era un Dio, per intenderci…) si troverebbe intanto a giocare un basket completamente diverso, dove il pivot a cui dare la palla in post basso è praticamente scomparso, e dove il playmaker può tirare da otto metri, mentre la guardia palleggia per quindici secondi e poi tira in step back. Quindi a livello tecnico è innegabile che avrebbe bisogno di un periodo di adattamento, quanto lungo sarebbe da vedere. E poi c’è l’aspetto personale. Non sarebbe più un atleta strepitoso, ma un atleta, non sarebbe più un fenomenale difensore, ma un difensore, perché si troverebbe al cospetto di guardie sempre più alte, o molto più alte di lui. Per intenderci, LeBron è venti centimetri e venti chili in più. Ma tanti altri sono dieci centimetri e dieci chili in più, parlando di umani…  Poi c’è la leadership, che certo è insita nell’uomo, ma se non puoi essere determinante come sei stato ai tempi dei Chicago Bulls non la puoi esercitare allo stesso modo.

Leggi anche...  Marco Belinelli "taglia" LeBron James dal quintetto dei migliori

In cosa Jordan sarebbe favoritissimo? Arbitraggio. Ai suoi tempi si concedeva di picchiare in maniera smodata, Bill Laimbeer oggi sarebbe in carcere, non espulso… Michael tirerebbe un maggior numero di liberi. Se, però, riuscisse a prendersi gli stessi tiri, e dubito che oggi potrebbe farlo. Poi, se mi dite che nasce un Jordan nel 1993, invece che nel 1963, gli si fa fare il play, lo si fa tirare e difendere come oggi, beh, allora lui può essere ancora un campione. Ma la trasposizione dal passato al presente è ingenerosa per chiunque, in qualsiasi sport. Forse solo l’asse play-pivot Magic-Jabbar sarebbe attuale. Un portatore di palla di 2,05 e un centro di 2,18 che tira in gancio cielo. Nonostante ciò sono fermamente convinto che senza un periodo di adattamento, fisico, tecnico e tattico, anche loro sarebbero in grandissima difficoltà.

Chissà se ho ragione… Di certo Jordan non la pensa come me, perché quando gli hanno chiesto cosa farebbero i suoi Bulls contro una squadra NBA di oggi, ha risposto che vincerebbero di due, o tre punti. “Così pochi…?” “ Beh, si, ormai abbiamo quasi tutti 60 anni…”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @michaeljordan