in

Quando le “piccole” vincevano: la coppa Italia del Vicenza

Fonte immagine: Wikipedia Commons

C’è stato un tempo in cui il dislivello tra le cosiddette big e le squadre considerate “piccole”, nel calcio italiano, era decisamente meno netto rispetto ai tempi che stiamo vivendo. E c’è stato un tempo in cui la provincia poteva sognare di portare a casa dei trofei importanti e di giocare competizioni di prestigio. Questo è il caso del Vicenza e della sua coppa Italia.

Era il 1997, quando la squadra allenata da Francesco Guidolin fece un’ascesa straordinaria ai vertici del calcio italiano. Quella stagione era iniziata alla grande per i biancorossi, i quali si trovarono addirittura in testa al campionato dopo il primo scorcio di stagione. Le cose stavano andando bene, ma nessuno immaginava cosa sarebbe successo al culmine della stagione.

Ai quarti di finale cade il Milan di Capello, superato grazie al gol segnato in trasferta. In semifinale viene sconfitto il Bologna, grazie al gol al ritorno di Cornacchini a un minuto dalla fine che ha scongiurato l’ipotesi dei rigori. E così è finale per il Vicenza, che contende il titolo al Napoli, squadra che sta per iniziare un declino senza fine e ha dunque bisogno di un trofeo per una parvenza di sopravvivenza.

La finale di andata si gioca in un “San Paolo” infiammato e in grado di esplodere al minuto 21: Fabio Pecchia trafigge Mondini e fa vincere agli azzurri il primo round. Ma quel che accade al “Menti” il 29 maggio 1997 è qualcosa di incredibile. Allo stesso minuto del gol di Pecchia, Maini porta i suoi in vantaggio. Poi non succede più nulla di rilevante: tempi supplementari.

Ventotto minuti di tensione, c’è chi pensa già ai rigori. Tutti tranne Maurizio Rossi: al 118’ è suo il gol che manda in paradiso tutta Vicenza. Sale la paura perché il Napoli attacca, se segna la coppa è sua. Allora, in contropiede, ci pensa Iannuzzi a sigillare il risultato e il trionfo di una piazza capace di rappresentarci in coppa delle Coppe nell’anno scorso, fermata solo dal Chelsea di Vialli.

Se vuoi seguire altre notizie sul mondo del calcio clicca QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca