in

Copa America: dall’Argentina al Brasile.

FIFPro: “La salute deve essere la priorità e un cambiamento così improvviso incide sull’organizzazione e le misure di sicurezza”

copa america argentina brasile share hibet social
Fonte immagine: Twitter

Un cambiamento repentino quello che riguarda lo spostamento della Copa America dall’Argentina al Brasile, che potrebbe costare caro.

Uno tra i possibili scenari che potrebbero verificarsi è sicuramente quello per il quale molti giocatori potrebbero rifiutarsi di partecipare a causa dell’elevato e allarmante numero di casi di Covid-19 che caratterizzano il Brasile, potendo quindi comportare potenziali rischi di salute.

Mancano solo pochi giorni all’inizio del torneo e questa è stata una scelta tardiva che non è assolutamente il massimo per un’organizzazione del genere che di solito è dettagliata e avanzata.

Le implicazioni dunque, riguarderebbero la salute dei calciatori, dello staff e del pubblico stesso, senza contare che se si ammalassero resterebbero in quarantena lì, sperando che le condizioni non peggiorino.

Inserzione: Altra rivoluzione nelle coppe europee: via al gol che vale doppio in trasferta!

Per questo la FIFPro decide di dare tutto il suo supporto ai calciatori, affermando: “Appoggiamo i calciatori che si rifiuteranno di giocare la Copa America, la salute deve essere la priorità e un cambiamento così improvviso incide  sull’organizzazione e le misure di sicurezza” e ancora continua: “Dal momento che la pandemia continua a premere sul servizio di sanità pubblica per tutto il Sudamerica, chiediamo rispettosamente alla Conmebol di prendere tutte le misure richieste per rendere sicura la competizione senza mettere a rischio i giocatori. Le ultime modifiche messe in atto, con un preavviso estremamente breve, per centinaia di giocatori per competere in un torneo di una simile complessità lascia spazio all’incertezza per ognuno di loro e le loro famiglie.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter