in

Sampdoria, Ferrero shock: “In squadra anche fino a 17 giocatori positivi”

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Alla fine, la tanto attesa decisione è arrivata. Il calcio italiano tornerà in campo tra un paio di settimane con la coppa Italia prima di dare spazio al campionato, con la corsa verso lo scudetto che ripartirà il 20 giugno prossimo. Ma c’è stato un tempo in cui si è rischiato che tutto si fermasse in maniera definitiva, anche a causa dei casi di contagio da Coronavirus sparsi tra le squadre della serie A.

Una delle più colpite in assoluto è stata la Sampdoria, in primis con la positività di Manolo Gabbiadini e poi con altri casi di contagio a pioggia. A parlarne è stato anche il patron della formazione blucerchiata Massimo Ferrero, in un’intervista rilasciata per la trasmissione di Radio Crc “Si gonfia la rete”. Il presidente doriano ha svelato un aspetto piuttosto drammatico, che si è verificato durante il periodo di lockdown.

Siamo stati colpiti prima – ha dichiarato Ferrero, anche il nostro medico a cui voglio molto bene sta meglio. I ragazzi stanno bene, sono sereni e hanno voglia di giocare. Questa cosa è molto triste, perché questa malattia non la conosciamo. Abbiamo avuto tra le 15 e le 17 persone positive, non è uno scherzo. I ragazzi sono felici, tranquilli, si stanno allenando, siamo felici di poter ricominciare a giocare”.

Dunque il peggio sembra essere passato per la Samp. E anche Ferrero si dice pronto a ripartire: “Siamo felici della ripresa della Serie A, iniziare il campionato vuol dire che il mostro del coronavirus si sta dileguando e possiamo tornare alla normalità”, ha detto.

Francesco Cammuca

Fonte immagine: Wikipedia Commons