in

Sneijder rivela: “A Madrid avevo un’unica amica”

I rimpianti attraverso l’autobiografia

sneijder Madrid share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @wesleysneijder

La storia recente del calcio internazionale sembra aver preso una piega ben precisa. Ma c’è stato un tempo in cui davvero tutte le grandi squadre europee potevano giocarsi i più importanti trionfi, anche per via di un giro di milioni di euro decisamente meno ampio. E così potevano accadere grandi avvenimenti, come quello del 2010, quando l’Inter da perfetta outsider riuscì a portare a casa la Champions League.

Fu un trionfo incredibile per la compagine nerazzurra guidata da José Mourinho, proprio con lo Special One a fare da guida spirituale per una squadra che non sembrava attrezzata per trionfare in Europa. E tra i protagonisti più evidenti di quella cavalcata c’era senza dubbio Wesley Sneijder. Il rapidissimo fantasista olandese fu uno dei trascinatori in campo. Ma la sua vita e la sua carriera non sono sempre stati al top.

Troppo alcol

Nella sua autobiografia, Sneijder ha raccontato alcuni momenti tormentati. Come quello in cui decise di lasciare l’Ajax per accasarsi al Real Madrid: “Mi ha cercato il Valencia, ma a quel punto avrei preferito restare in Olanda. Poi è arrivato il Real, il club che ho sempre desiderato. Hanno offerto 24 milioni, l’Ajax ne voleva 30 milioni a me ne hanno offerti 3 a stagione per cinque anni. Dunque ho scelto di non giocare in Supercoppa contro il PSV. Siamo arrivati allo scontro. Il club mi aveva dato molto, ma anche io. E ho dovuto fare quel passo”.

Leggi anche...  Leo Messi: quella linea sottile tra notorietà e intimità.

Poi l’arrivo in Spagna, anche se ben presto sono affiorati altri problemi: “Mi ero abituato a vivere come una stella, apprezzavo successo e attenzioni. Nel mio tempo libero avevo come amico il bicchiere di vodka, ma ero convinto che avrei potuto nascondere lo scadimento di forma con la tecnica. Un atteggiamento che non era degno del Real Madrid. Sono crollato rapidamente dal punti di vista fisico, pensavo che nessuno se ne accorgesse puntando meno sulla corsa e più sui colpi”.

Poi, per sua fortuna, arrivo la chiamata di Mourinho.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @wesleysneijder

Sommario
Sneijder rivela: “A Madrid avevo un’unica amica”
Titolo
Sneijder rivela: “A Madrid avevo un’unica amica”
Descrizione
Un passaggio forte caratterizza l’autobiografia di Wesley Sneijder. L’olandese ammette di aver avuto problemi quando era al Real Madrid
Autore