in

Bravo Ciro Immobile, ma ora prenditi la nazionale!

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Alla fine, il traguardo tanto ambito è stato raggiunto e anche con pieno merito. Ciro Immobile è il nuovo re dei bomber nei principali campionati europei. Il centravanti della Lazio, che ha portato a casa anche il titolo di capocannoniere della serie A, è il vincitore dell’edizione 2020 della Scarpa d’Oro, il premio riservato proprio al giocatore che mette a segno il maggior numero di gol tra i principali campionati europei. E le sue 36 perle con la maglia biancoceleste rappresentano un aspetto fondamentale.

Alle soglie dei trent’anni, compiuti a fine febbraio e poco prima che il mondo si fermasse per l’emergenza Covid, Immobile ha vissuto senza dubbio la sua miglior stagione sul piano dei numeri. Non erano in pochi ad avere la convinzione che la macchina da gol proveniente da Torre Annunziata si inceppasse, insieme alla sua Lazio, dopo la ripresa post-lockdown. Ma alla fine i fatti hanno dato ragione a Immobile, al quale è forse mancato un piccolo tassello per completare l’opera.

E non parliamo dello scudetto, andato alla Juventus per la nona stagione consecutiva. Ma di un altro aspetto individuale. Immobile, infatti, ha raggiunto Gonzalo Higuain nel dato del maggior numero di gol messi a segno in un singolo campionato, per l’appunto 36. Forse il sogno di Ciro era quello di superare il cannoniere argentino, nell’ultima giornata giocata proprio contro quel Napoli, tra le cui fila il Pipita raggiunse quello straordinario record (ricordate la rovesciata all’ultima giornata contro il Frosinone?).

Ma al di là di questi piccoli particolari, che non possono scalfire una stagione magica, ora Ciro Immobile non può non porsi un obiettivo. In particolare per la prossima stagione, che inizierà tra poco più di un mese con il via del campionato 2020/2021. Così come avrebbe dovuto essere quest’anno, se non fosse stato per l’emergenza Coronavirus, l’annata che si avvia a cominciare è anche quella che porta ai Campionati Europei, ai quali l’Italia si è qualificata in maniera brillante.

E Ciro Immobile, numeri alla mano, non può non essere considerato uno dei trascinatori della Nazionale guidata da Roberto Mancini. Il bomber campano deve sobbarcarsi sulle spalle il peso dell’attacco, con il sostegno di tanti giocatori di talento e prospettiva che possono dargli una mano a gonfiare le reti di tutta Europa. In fondo, l’acuto in Nazionale è forse l’unica cosa che manca sul piano della continuità al laziale, che in azzurro ha realizzato “solo” 10 reti in 39 presenze.

Che Euro 2021 possa essere il definitivo momento top nella carriera di Ciro Immobile? Siamo costretti ad attendere circa un anno per scoprirlo.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca