in

Il cartello di Caputo un anno dopo: “Oggi scriverei ‘Vacciniamoci’”

L’appello dell’attaccante del Sassuolo

ciccio_caputo_Vacciniamoci
Fonte immagine: Twitter

È passato un anno da quando l’Italia fu costretta a chiudersi in se stessa. Il lockdown stabilito dal Governo per provare a fronteggiare l’emergenza Covid-19 obbligò anche il calcio a fermarsi a tempo indeterminato. E le ultime immagini del campionato di Serie A, prima dello stop che durò circa tre mesi, sono legate alla partita tra Sassuolo e Brescia. Una partita che sul campo non ebbe storia, visto che i neroverdi vinsero per 3-0.

Il protagonista di quello strano pomeriggio al Mapei Stadium fu Ciccio Caputo. Il suo primo campionato con la maglia degli emiliani fu straordinario, tanto da tagliare il traguardo dei 20 gol segnati e ottenere le attenzioni della Nazionale. Ma quel pomeriggio Caputo se lo ricorderà a lungo soprattutto per l’esultanza. Il passaggio dalla panchina, il foglio in mano, l’appello agli italiani: “Andrà tutto bene”.

Un altro messaggio

Un anno dopo, Caputo è voluto tornare su quelle ore convulse, su quel Sassuolo-Brescia che tutti ricordano per questo episodio: “Quella partita era stata posticipata, non si sapeva neanche se saremmo scesi in campo o no. Era un momento delicato per tutti. L’atmosfera era piuttosto pesante, si percepiva la difficoltà del momento. L’idea del biglietto nacque da una conversazione con mia moglie che mi spinse a mandare un messaggio a tutti gli italiani. L’ho pensato nello spogliatoio e poi l’ho scritto. Nessuno lo sapeva. L’ho dato al team manager e poi l’ho esposto dopo il gol”.

Un anno dopo, Ciccio si dice pronto a lanciare un altro messaggio, qualora si presentasse ancora l’occasione: “Neanche noi sapevamo come affrontarla, né quale fosse la soluzione più opportuna. In quel momento l’unica opzione praticabile era chiudersi in casa. Sembrava una guerra. Stiamo ancora lottando però perlomeno abbiamo iniziato a conviverci. In questo momento, se dovessi scrivere un nuovo biglietto, userei il termine “Vacciniamoci”. Penso sia la strada migliore, quella più giusta da percorrere. Certamente non è facile ma credo e spero che con l’impegno di tutti si possa uscire da questa situazione”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Sommario
Il cartello di Caputo un anno dopo: “Oggi scriverei ‘Vacciniamoci’”
Titolo
Il cartello di Caputo un anno dopo: “Oggi scriverei ‘Vacciniamoci’”
Descrizione
Un anno fa Ciccio Caputo esultava con il cartello “Andrà tutto bene” prima del lockdown. Oggi il messaggio del bomber del Sassuolo sarebbe diverso.
Autore