in

Chi sono i Friedkin, i proprietari della Roma

Friedkin
Fonte immagine: Tpi

In una settimana particolarmente intensa, con il ritorno in campo delle formazioni impegnate nelle coppe europee e alcuni eventi clamorosi come l’esonero di Maurizio Sarri dalla panchina della Juventus, non ha fatto abbastanza scalpore la notizia del cambio di proprietà della AS Roma. L’era, molto esosa e al tempo stesso povera di soddisfazioni sul campo di James Pallotta, si è conclusa dopo nove anni. Ma il club della Capitale resterà in mani americane, quelle dei Friedkin.

Friedkin As Roma

Saranno Dan Friedkin e il figlio Ryan a gestire la situazione della società giallorossa. In particolare, quest’ultimo attraverso una newco con sede a Londra, si occuperà della situazione economica e gestionale del club. Un cambiamento epocale dal valore di 591 milioni di euro, con una buona fetta di denaro che finirà nelle tasche dell’imprenditore di Boston, incapace di rilanciare le sorti della Roma.

Padre e figlio Friedkin hanno basato le loro fortune su una società fondata da Dan, la Friedkin Companies. Proprio l’imprenditore nativo di San Diego, in base alla stima formulata dalla rivista Forbes, conterebbe su un patrimonio di poco superiore ai quattro miliardi di dollari. Ma alla base della fortuna della famiglia californiana, ci sarebbe la gestione di alcuni marchi importanti negli Stati Uniti.

In particolare della Toyota, della cui vendita in alcuni Stati si occupano proprio i Friedkin. Texas, Arkansas, Louisiana, Mississipi e Oklahoma sono gli Stati in cui Dan ha iniziato a vendere in esclusiva le vetture della casa automobilistica, per un giro di affari di oltre nove miliardi di dollari. E ora parte una sfida anche in ambito calcistico. Ne saranno all’altezza?

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: TPI

Francesco Cammuca