in

Chi è Jens Petter Hauge, il nuovo acquisto norvegese del Milan?

Milan
Fonte immagine: Instagram

Letteralmente stregati da Jens Petter Hauge, i dirigenti del Milan si sono mossi in maniera rapida ed efficace per portarsi a casa il giovane talento norvegese che solo qualche giorno fa aveva segnato proprio ai rosso neri un gol nei preliminari di Europa League.

Un colpo di fulmine che però non è solo frutto della sua bella prestazione a S.Siro (che pure avrà sicuramente tolto qualche dubbio a molti), ma anche da una crescita esponenziale che lo rende uno dei prospetti più interessanti per il futuro.

Chi è Jens Petter Hauge?

Jens ha cominciato subito tutta la trafila delle giovanili norvegesi, mettendosi sempre in bella mostra in tutte le categorie della sua nazionale. Classe 1999 compirà 21 anni solo il prossimo 12 ottobre, ma già nelle ultime due stagioni era uno dei punti di riferimento dell’attacco del Bodø/Glimt, dove nell’ultimo campionato ha segnato ben 14 gol in 17 partite fornendo anche 9 assist ai compagni.

La nuova annata era cominciata nel migliore dei modi con i preliminari di Europa league appunto, dove in 3 partite confermava la sua vena segnando altrettanti gol e altri 2 assist. Numeri in continua crescita e con margini ancora maggiori, che hanno convinto lo staff dei rosso neri a fare un’ulteriore sforzo in un reparto quanto mai bisognoso.

Come giocherà nel Milan

L’operazione non si è ancora conclusa in maniera definitiva, ma già il giocatore ha rilasciato interviste come se tutto fosse già siglato e non ci sono motivi per immaginare il contrario. La trattativa peraltro non sarà particolarmente dispendiosa (si parla di cifre intorno ai 5 milioni) e tutti ovviamente sperano che sia l’affare del secolo, emulando le gesta del compagno di nazionale Haaland.

Jens però ha altre caratteristiche, e più che prima punta è un ala che si può adattare da entrambe le parti, in particolare partendo da sinistra per poi spostarsi al centro. Un giocatore molto duttile quindi, come piace a Pioli, che potrebbe andare a coprire diversi ruoli intorno alla boa Ibrahimovic e, in caso di necessità, anche sostituirlo (per quanto sia possibile sostituire Zlatan).

Una scommessa forse, che però ha tutte le caratteristiche per essere vincente e che di certo fornisce ulteriori soluzioni in un reparto sempre in carenza di uomini in questa fase.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram