in

Che cos’ha Marc Marquez, è davvero vicino al ritiro dalle corse?

Continua il periodo nero per Marc Marquez, che dopo la doppia vittoria in MotoGP trova un altro lungo stop. La carriera dello spagnolo è a rischio?

marc marquez share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @marcmarquez93

Che siano anni tormentanti questi per Marc Marquez non ci sono dubbi. Dopo gli otto campionati del mondo vinti, quattro consecutivi in MotoGP, era arrivato quell’incidente che nel 2020 lo ha tenuto fuori per tutto il resto della stagione e l’inizio di questa. Ora che le cose sembravano finalmente risolte però, è arrivato un nuovo stop e anche questa volta, quello che sembrava essere un infortunio da niente, potrebbe invece costargli addirittura la carriera.

Dal ritorno al nuovo stop

Del vecchio incidente ormai si era detto quasi tutto, comprese le critiche arrivate con il senno di poi per quel primo intervento e il ritorno prematuro in pista, che l’hanno poi costretto a tornare nuovamente sotto i ferri e questa volta fermarsi decisamente più a lungo, costringendolo in pratica a saltare due stagioni.

Una brusca frenata ai sogni di gloria dello spagnolo, che già stava battendo tutti i record del motomondiale, tra cui quello dei titoli vinti, al momento fermo a 6 come per Valentino Rossi. Certo non sembrava più lo stesso Marquez dopo il suo ritorno in pista in questa stagione, forse ancora titubante o dolorante per la placca nella spalla.

Pian piano però la sua classe era tornata a emergere, prima con una singola vittoria in Germania, poi con risultati sempre più convincenti tanto da fare una doppietta di primi posti nei GP in Texas e a Misano. Il campione sembrava quindi di nuovo sulla ribalta, pronto se non a giocarsi il mondiale, di certo la vittoria nelle singole gare. Ma i guai per Marquez non erano ancora finiti.

Il nuovo infortunio

Doveva essere un semplice infortunio in allenamento, ma con il passare delle ore le condizioni del pilota spagnolo si sono rivelate decisamente più complesse. Non c’entra questa volta il vecchio problema alla spalla, nè stando alle voci ufficiali un possibile trauma cranico in seguito alla caduta (sono state fatte anche verifiche sul casco in merito).

Dovrebbe invece essere il riacutizzarsi di un qualcosa che Marquez aveva già provato in passato, proprio a inizio carriera nel 2011 (cosa che molto probabilmente gli costò il titolo in Moto2 in quella stagione). Si tratta di “Diplopia”, ovvero un problema al nervo ottico per cui le immagini risultano “doppie” e sovrapposte. Non il massimo per chi viaggia a 300 all’ora e deve prendere decisioni in frazioni di secondo proprio in base alla sua vista.

Leggi anche...  “Grazie Vale”: l'addio social dei VIP a Valentino Rossi

La paralisi del quarto nervo destro con interessamento del muscolo obliquo superiore destro (questo il referto del medico della Honda, Sanchez Dalmau), potrebbe in effetti essere stata aggravata proprio dall’ultima caduta, essendo lo stesso già interessato dieci anni fa. Ma non è ancora dato sapere se queste problematiche sono di lieve entità e soprattutto di quanto tempo necessitano per la loro soluzione.

Di certo sappiamo che lo spagnolo non solo non gareggerà nell’ultima gara del mondiale, ma non parteciperà nemmeno ai test di Jerez in programma a Novembre, dove si doveva provare la nuova Honda per la stagione a venire. Ancora dubbi per Marquez insomma, che ora vanno ad abbracciare non solo la prossima annata di MotoGP, ma pongono seri interrogativi sul proseguimento della carriera stessa del campione.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @marcmarquez93