in

CAVANI ETERNO: rimpianto per le italiane?

CAVANI ETERNO
Fonte immagine: Instagram

I veri campioni non hanno età, lo abbiamo visto con Cristiano Ronaldo e Zlatan Ibrahimovic. Accanto a questi due nomi però ne va aggiunto un altro che sta per l’ennesima volta dimostrando (ammesso che ce ne fosse ancora bisogno) di essere una delle prime punte più forti della sua generazione.

Parliamo di Edinson Cavani, che in quel di Manchester continua ad essere decisivo a suon di gol e assist. Simbolo di quest’inizio di stagione è senz’altro la sontuosa prestazione fatta dal Matador contro il Southampton, dove il suo Manchester United, sotto di due reti all’intervallo, subentra nel secondo tempo e serve prima l’assist per il gol di Bruno Fernandes, poi realizza la doppietta che completa la rimonta. Un acquisto, quello dei Red Evils, che sembra essere, oltre che azzeccato, conveniente sotto l’aspetto economico, se si considera che il giocatore è stato preso a parametro zero dopo che il giocatore ha rifiutato la proposta del Benfica. Un affare che, a pensarci, non sembrava impossibile neanche per le big nel nostro campionato, accomunate dal bisogno di prendere una prima punta:

Il “dopo” Lautaro: contatti con l’Inter

Quando diventavano sempre più insistenti le voci sul possibile approdo di Lautaro Martinez al Barcellona, l’Inter cercò di prevenire chiedendo informazioni su Cavani, che nel frattempo si stava liberando a parametro zero dal PSG. L’affare all’inizio sembrava in dirittura d’arrivo, con il Matador che poteva essere all’occorrenza impiegato come “vice Lukaku”, e con uno stipendio che si aggirava tra gli 8 e i 10 milioni più bonus. L’affare però saltò clamorosamente all’ultimo con il giocatore che chiedeva 12 milioni di stipendio, con i nerazzurri che preferirono virare su altri profili.

Una spalla per Ibra: contatti con il Milan

Sempre quest’estate, circolò una timida notizia di mercato che vedeva l’accostamento del Matador al Milan come possibile rimpiazzo di Ibrahimovic (che poteva non rinnovare) sennò addirittura come compagno di reparto o vice dello svedese. Una voce che risultò alla fine essere non veritiera, con il Milan che non poteva permettersi una spesa del genere e uno stipendio troppo pesante a bilancio. Giudicando quello che avvenne in un secondo momento nel mercato rossonero però, con la spesa onerosa di Tonali e con Ibrahimovic senza una riserva, forse un tentativo poteva essere fatto.

La telenovela attaccante: contatti con la Juve

Fra i tanti nomi in attacco che sono circolati nell’ultimo mercato per la vecchia signora, troviamo anche quello di Cavani, giocatore che poteva fare al caso di Pirlo per far integrare al meglio il duo Ronaldo-Dybala. La Juve però, preferì stranamente puntare su altri nomi più complessi da raggiungere, come ad esempio quello del connazionale Luis Suarez, non munito di passaporto comunitario, e quello di Edìn Dzeko, trattativa che dipendeva dalla riuscita un altro trasferimento (Milik alla Roma). Sfumati i due nomi citati, la Juve ripiegò alla fine su Alvaro Morata, per un affare che si dovrebbe girare complessivamente attorno ai 55 milioni totali. Una spesa onerosa, che poteva non essere tale se si fosse virato su Cavani. Va anche detto che, considerando le prestazioni che sta regalando lo spagnolo, la spesa fatta non è stata poi così errata.

Una cosa è certa, un giocatore dal calibro di Cavani, avrebbe fatto bene al nostro campionato, che man mano si sta rialzando.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Antonino Nicolò

Sommario
CAVANI ETERNO: rimpianto per le italiane?
Titolo
CAVANI ETERNO: rimpianto per le italiane?
Descrizione
Edinson Cavani ancora sul pezzo in Premier League. Rimpianto per le squadre italiane, che avrebbero potuto prenderlo a parametro 0 nell'ultimo mercato estivo.
Autore
Antonino Nicolò

Scritto da Antonino Nicolò

22 anni, appassionato di scrittura e amante della storia del calcio e delle statistiche che lo riguardano.