in

Guardiola attaccato dal suo ex portiere: “Cosa è successo al tuo cervello?”

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Santiago Canizares è sempre stato noto per essere un po’ eccentrico e sopra le righe. Sia in campo, con uno stile da portiere che lo ha spesso contraddistinto e lo ha portato tra i migliori portieri spagnoli dello scorso decennio. Ma anche fuori dal campo, con dichiarazioni senza peli sulla lingua che lo hanno spesso portato in cima alla cronaca sportiva iberica.

E anche questa volta l’ex estremo difensore del Valencia e della Nazionale spagnola non le ha mandate a dire. Il suo bersaglio in questo caso è stato Pep Guardiola per una ragione che va ben al di là delle questioni calcistiche. Secondo Canizares, l’attuale allenatore del Manchester City avrebbe detto qualcosa di scorretto e fuori luogo, addirittura in ambito regale.

Uno dei temi trattati da Guardiola e che ha fatto storcere il naso all’ex portiere – che ha condiviso con lui l’esperienza in Nazionale a Euro2000 – riguarda l’indipendenza della Catalogna. “Pep ha detto che è sempre stato innamorato della Catalogna, ma nè io nè nessun altro lo abbiamo mai visto a disagio in nazionale. Guardiola non ha mai rinunciato a una presenza con la Spagna, era sempre contento quando veniva convocato e una volta ci siamo anche messi a piangere dopo una sconfitta. Non l’ho mai visto andare contro alla nazionale”.

Poi, l’improvviso dietrofront che Canizares non riesce a spiegarsi: “Poi non so cosa gli sia successo, abbiamo perso i contatti. Abbiamo una chat con tutti quelli che sono andati alle Olimpiadi. Tutti tranne uno: Pep Guardiola. Non so, forse è perchè ora è molto famoso, non lo critico perchè non è nella chat, capisco che è molto stressato e non vuole sprecare il suo tempo. Non so chi gestisce il suo cervello politico, non lo capisco”.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Se vuoiu seguire altre notizie sul mondo dello sport clicca QUI.

Francesco Cammuca