in

FIFA 21 – I candidati più assurdi al TOTY

Spicca il “nostro” Caputo, ma anche tanti stranieri

fifa_21_TOTY_candidati
Fonte immagine: Twitter

Si sono aperti, nel giorno che ha seguito l’Epifania, le votazioni per il Team of the Year di FIFA 21. Sarà possibile scegliere gli undici giocatori con i quali comporre la propria formazione dei sogni, in base alle proprie preferenze ma anche al rendimento dei giocatori candidati nel corso dell’anno appena trascorso. Sono settanta i giocatori che possono essere selezionati, ovviamente con la suddivisione per reparto.

Alla fine delle nostre scelte, si andrà a comporre la formazione sulla base di un 4-3-3. Naturalmente non ci sono limitazioni sui ruoli, ad esempio si potranno selezionare quattro terzini piuttosto che tre difensori centrali, oppure ancora tre punte centrali oppure tre attaccanti esterni nel reparto avanzato. Il 18 gennaio sarà l’ultimo giorno in cui si potrà votare per il TOTY, dopodichè la Ea Sports annuncerà chi ne farà parte.

I candidati più assurdi

Sappiamo bene che lì in mezzo ci sono alcuni tra i giocatori più forti del mondo. Quasi inutile sottolineare la possibilità di inserire nel proprio team gente come Cristiano Ronaldo, Lionel Messi, Kylian Mbappè e Robert Lewandowski. Ma non mancano anche i giocatori che – con il dovuto rispetto – sembrano essere un po’ fuori posto in questo gruppone. Anche se alla fine, in una lista di 70 elementi, qualche outsider può starci.

Agli appassionati italiani non è sfuggita ad esempio la candidatura di Ciccio Caputo. Il bomber del Sassuolo ha fatto una grande stagione, ma al di là dell’affetto nutrito nei suoi confronti si poteva pensare a punte di ben altra levatura. Stessa cosa per una vecchia conoscenza del nostro campionato, ovvero il portoghese André Silva: una vera e propria meteora al Milan, ora in cerca di riscatto con l’Eintracht Francoforte.

Nomi esotici

Sempre nel novero degli attaccanti troviamo giocatori che raramente abbiamo sentito prima, e che hanno fatto rivoltare la comunità di FIFA. Come lo spagnolo Joselu, modesto elemento in forza all’Alaves, oppure il bomber croato Andrej Kramaric, che gioca in Germania nell’Hoffenheim. A dir poco discutibile anche la presenza di Danny Ings che milita nel Southampton, compagine modesta di Premier League.

Andando a ritroso nel resto del campo, spicca la presenza in lista di Lars Stindl, onesto pedalatore in mezzo al campo per il Borussia Moenchengladbach. Sempre nel novero dei migliori centrocampisti secondo la Ea Sports trovano spazio Mikel Merino e Dani Parejo, giocatori di talento rispettivamente di Real Sociedad e Valencia, ma non meritevoli di un posto nella squadra dell’anno. Lo stesso si può dire di Renato Sanches, promessa mancata e ora mediano titolare nel Lille.

Chiudiamo il nostro elenco dei candidati più assurdi al Team of the Year menzionando Matthias Ginter, anch’egli in forza al Gladbach, ma anche Jordan Amavi, terzino del Marsiglia. Tra i portieri fa certamente sorridere il fatto che sia presente Lukas Hradecky – protagonista tra i pali del Bayer Leverkusen – ma non Jan Oblak: lo sloveno, rating alla mano, è il portiere più forte del gioco…

Se volete seguire altre notizie sul mondo degli E-Sports cliccate QUI.

Fonte immagine: Twitter

Francesco Cammuca