in

Calciomercato Story – Il lancio del contratto di Milito.

Il brivido e una multa salata.

milito Calciomercato share hibet social
Fonte immagine: Facebook

Il saltello che entra nella storia, le immagini di un contratto lanciato in un ufficio che presto fanno il giro d’Italia. Correva l’anno 2008, ultimo giorno di calciomercato nel box della Lega Calcio.  Ci sono Fabrizio Preziosi e Alessandro Zarbano, all’epoca dg e ad del Genoa. Alle 19, orario di chiusura di un calciomercato che a Marassi aveva già portato Criscito, Bocchetti e Palladino(tra i tanti), mancano ormai pochissimi secondi. I dirigenti rossoblù sono in coda, in mano hanno il contratto di Jankovic del Palermo. C’è solo da depositarlo, ma Preziosi in testa pensa a tutt’altro. Pensa al Principe, quello che con il Genoa aveva già segnato 33 gol e che adesso voleva riportare “a casa”. Federico Pastorello diventa l’uomo-copertina di quella sessione con il “lancio del contratto di Diego” che suscitò sorrisi e qualche immancabile polemica.

Il retroscena

Preziosi mi chiamò il sabato sera ed il mercato chiudeva il lunedì, voleva provare a riportare Milito al Genoa. Gliel’avevo proposto qualche settimana prima, ma alla fine probabilmente la difficoltà nel chiudere altri obiettivi riaccese l’operazione”.

Pastorello si mette al lavoro, lui nella trattativa fa l’intermediario con il Saragozza, il club spagnolo che aveva prelevato Milito dal Genoa qualche anno prima. “Il Presidente era un tipo molto particolare, non era facile”, racconta Pastorello. Ma Diego, già innamorato di Marassi, vuole solo il Genoa e rifiuta ogni proposta del Tottenham che al Saragozza offriva due milioni in più degli 8 più bonus di Preziosi. Il solito braccio di ferro, con il Saragozza che blocca Milito (“O in Serie B con noi o al Tottenham”) e l’argentino che spinge per il Genoa. L’accordo per il contratto lo trova il suo agente, Hidalgo, ma “il problema – racconta Pastorello – era il debito che il club spagnolo aveva con Diego e che non voleva saldare”. Il lunedì mattina i due club trovano l’accordo, il Genoa alza l’offerta a 10 milioni più bonus ed il Saragozza accetta. Ma quella pendenza resta e pesa, Milito – raccontano – lancia l’ultimatum: “Voglio solo il Genoa”.  Pastorello ripercorre gli ultimi istanti di una trattativa che ha segnato una pagina di storia del calciomercato: “Ebbi finalmente l’ok per chiudere dal Saragozza alle 18.55, raccogliemmo tutto in fretta e furia, facemmo firmare il Genoa e mandammo tutto via fax. Un fax che alla Lega sarebbe arrivato soltanto alle 19 e qualche secondo. Io mi precipito in hotel e corro verso i box, do il contratto ad un mio collaboratore e gli dico di correre a depositarlo. Ero tranquillo a quel punto, ero convinto che tutto fosse sistemato. Alle 19.02 mi avvicino ai box della Lega e vedo il mio collaboratore lì fuori. “Cosa stai facendo?”, gli chiesi. E mi disse che era già chiuso. Sapevo che dentro c’era il Genoa ed istintivamente mi venne in mente di saltare, sfruttando la mia altezza e gettando il contratto dentro al box”.

Leggi anche...  Ronaldo, rimpianto Malaga: “Ci dissero che due milioni erano troppi”

Il saltello che entra nella storia

Una mano in aria per lanciare il foglio con tutte le firme, l’altra all’orecchio per parlare con Preziosi: un’istantanea che diventò storia. Ma nulla di irregolare, perché “è vero che presentammo l’ultima parte della documentazione in ritardo, ma una parte era già stata depositata”. Diecimila euro di multa, per riportare il Principe Milito al Genoa ci possono anche stare. Negli anni successivi  hanno messo una retina sopra il box per evitare altri episodi così, una scena irripetibile. E se quel contratto Pastorello non lo avesse lanciato? “Non so davvero cosa sarebbe successo. Forse non sarebbe stato confermato se avessimo depositato il contratto senza tutta la documentazione perfettamente completa”. E, magari, sarebbe cambiata anche la storia. Del Genoa e dell’Inter.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Facebook

Sommario
Calciomercato Story – Il lancio del contratto di Milito.
Titolo
Calciomercato Story – Il lancio del contratto di Milito.
Descrizione
Il lancio del contratto di Milito. Il brivido e una multa salata.
Autore