in

Calciatori pazzi: Cicinho, quando la dipendenza da alcool rovina tutto.

Col il Real ha perso l’occasione della vita.

cicinho share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @cicinho

“Avevo 13 anni, è stato allora che ho provato l’alcol per la prima volta e non ho mai smesso. Mi sono allenato ubriaco con il Real Madrid. Bevevo caffè per ripulire il fiato e facevo il bagno nel profumo. Nella mia professione, quella da calciatore professionista, è stato facile. Non avevo bisogno di soldi per prendere un drink, la gente me lo dava felicemente nei ristoranti. Iniziavo a bere dopo l’allenamento. Facevo fisioterapia, tornavo a casa verso le 14:00, 14:30 e iniziavo a bere. Smettevo solo verso le 4 del mattino. Ogni volta che arrivavo alla Roma ubriaco, la dirigenza lo vedeva e questo mi discreditava. L’alcol ti circonda di persone a cui piace quello stile di vita e le persone che ti amano veramente restano fuori. Quando ti sbattono al muro, dicendo che non è una cosa giusta, non vuoi sentirlo. Ho un figlio di 15 anni e continuo a chiedergli scusa. All’epoca aveva due anni e non capiva nemmeno bene, ma è rimasto impresso nella testa.”

È questa la testimonianza di Cicinho, una promessa del calcio che però ha visto sfumare la sua possibilità di diventare una stella, a causa della sua forte dipendenza dall’alcool.

Dopo aver trascorso due anni al Bernabeu, va ad indossare la maglia del Real, con cui ha vinto la Liga nel 2007 e ha collezionato 32 presenze.Tuttavia è nella seconda stagione a Madrid che viene lasciato spesso in panchina dal tecnico Schuster, il quale preferisce Salgado o Sergio Ramos.

Così, lascia il club e si trasferisce alla Roma: dopo l’esperienza con la Roma, si è trasferito in Turchia, al Sivasspor, e infine ha deciso di ritornare in Brasile, al Brasiliense, rendendosi conto solo oggi a distanza di anni, di quanto potenziale ha sprecato.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @cicinho