in

Gigi Buffon sorprende: non ha amato solo la Juve.

Uno dei più grandi portieri di tutti i tempi ammette di essersi preso una cotta anche per la Francia.

buffon juve share hibet social
Fonte immagine: Instagram

Uno dei portieri bianconeri più grandi di sempre, nonostante il suo amore eterno ed unico per la Vecchia Signora, ammette di aver avuto un altro amore nella sua vita; una sorta di quelle storielle brevi ma intense, con la Francia.

In quel periodo ad accompagnarlo è stata la leggerezza, elemento che ha contributo a renderlo speciale, tale da consentirgli di condividere bei momenti ed interagire, a tal punto da definirlo come l’anno più bello.

Durante l’evento “Invasioni di campo”, Gigi Buffon ha spiazzato tutti affermando: “L’anno al Psg è quello che ricordo con più piacere…” ripercorrendo alcuni momenti della sua carriera insieme ad Aldo Dolcetti: “È stata la classica botta di culo. Ho avuto l’opportunità di giocare in una squadra imbarazzante a livello qualitativo, parlando coi ragazzi quando sono tornato alla Juve ho sempre detto che una sensazione di forza tale l’ho provata solo in un anno in bianconero. Ero convintissimo che saremmo andati fino in fondo, vincendo partite in modo davvero facile. Poi si diventa presuntuosi e la vita ti castiga. L’anno della mia carriera che ricordo con più piacere è proprio quello al Psg. Il rispetto che ho avuto in Francia non l’ho mai percepito, a Parigi uscivo molto di più, l’ho vissuta con la leggerezza di chi vuole condividere e interagire”.

 

Qualche rimpianto

 

“Cerco sempre di apprendere dai migliori, di rimpianto posso avere la prima finale persa, contro il Milan. La perdemmo ai rigori, ne parai due ma ne sbagliammo tre uguale, quella è stata la gara che qualche rimpianto in più ce l’ha dato. Nelle altre due eravamo nettamente sfavoriti, col Barcellona abbiamo perso meritatamente anche se siamo rientrati in partita, ma loro erano più forti. A Cardiff non abbiamo capito la forza del Real Madrid, che era devastante: siamo andati lì con troppa sicumera, troppa convinzione. Il dispiacere è stato che ci siamo sfaldati. Perderla 4-1 è stato avvilente, mi ha fatto male”.

 

Leggi anche...  I 10 migliori portieri d'Europa per numero di parate

 

Alla domanda: “Ma secondo te sei stato il più forte di tutti?” lui risponde: “non mi interessa, forse sono stato il più adatto, sicuramente non sono stato il più debole”.

Consapevole della sua grande esperienza maturata nel corso degli anni, il grande Gigi non smette mai di stupire.

 

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram