in

Bruno Fernandes contro i Mondiali: “Un errore assegnarli al Qatar”

Il fantasista del Portogallo sostiene che il calcio debba essere gioia e divertimento

fernandes share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @brunofernandes8

Bruno Fernandes chiude il capitolo Premier League con una vittoria. Il gioco non è stato esaltante, ma era troppo importante vincere all’ultima gara del 2022: “Sono comunque tre punti e a prescindere ne siamo contenti a prescindere da come siano maturati. Per noi è stata una vittoria molto importante anche perché arrivavamo da una sconfitta nell’ultima partita di campionato quindi era assolutamente fondamentale rimettersi in carreggiata e ce l’abbiamo fatta, anche se è stata davvero dura”.

Il centrocampista portoghese ha parlato di un suo giovane compagno di talento. Alejandro Garnacho potrebbe fare le fortune future del Manchester United: “Ha molto talento e il suo ritmo fa una grande differenza. Non è la prima volta che ha un grande impatto per noi Siamo davvero felici per lui e sappiamo che può regalarci gol, assist. Penso che tutti possano apprezzarlo, al di là di gol e assist, anche e soprattutto per il modo in cui entra in gioco. Fra l’altro a nessuno piace stare in panchina, quindi l’atteggiamento che ha quando subentra è stato fantastico. Si merita le occasioni che ha avuto e ha le sue ricompense”.

Bruno Fernandes contro i Mondiali

Si avvicina l’inizio dei Mondiali in Qatar. Bruno Fernandes non è molto felice della scelta di farli giocare in Qatar e per giunta in autunno: “Credo sia davvero strano che i mondiali inizino la prossima settimana. Non è proprio il momento in cui vogliamo si giochino. Penso che per tutti, giocatori e tifosi, non sia l’ideale. I bambini saranno a scuola, le persone lavoreranno e non ci saranno mai orari davvero adatti per seguire le partite. Ed è anche noto tutto quel che circonda la competizione”.

In particolare il giocatore del Portogallo si riferisce alla situazione dei diritti umani negati nel Paese. Qualcosa che avrebbe dovuto far riflettere in sede di assegnazione del torneo: “Sappiamo tutti che nelle ultime settimane, negli ultimi mesi, siano morte delle persone durante la costruzione degli stadi. Io sogno un calcio per tutti, uno sport inclusivo, quanto accaduto non dovrebbe succedere. Il Mondiale è la festa del calcio e dei giocatori, seguirlo dovrebbe generare solo una gioia”.

Non una voce fuori dal coro, ma un altro commento negativo.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @brunofernandes8