in ,

Brittney Griner potrebbe essere scambiata con il trafficante d’armi Viktor But

la cestista Brittney Griner è detenuta in Russia, accusata di traffico di droga.

Vi avevamo anticipato la notizia nei giorni scorsa e pare proprio che non abbiamo sbagliato. Brittney Griner potrebbe essere scambiata con il trafficante d’armi Viktor But. Ovviamente non è basket mercato, la cestista è detenuta in Russia, accusata di traffico di droga.

Intendiamoci, parliamo di un vaporizzatore per l’hashish, chiaramente per uso personale, che in quel paese è proibito, non certo di un carico di cocaina… Insomma, la sensazione è che la si volesse incastrare, fermo restando che la condotta non consona potrebbe configurarsi, ma certo il rischio di 25 anni di reclusione appare un po’ forte. Per la cronaca la stessa condanna del trafficante d’armi ( e mi sembra una cosa un pelo più seria ) arrestato nel 2008 in Thailandia.

A proposito, se volete farvi un idea del personaggio, a lui è ispirato il film Lord of war, con Nicholas Cage. E la Griner? Un fenomeno a giocare a basket, che ha firmato un contratto di sponsorizzazione con la Nike nonostante fosse dichiaratamente lesbica. Peraltro mi sembra una cosa sensatissima che un’azienda non discrimini ( ne favorisca) in base agli orientamenti sessuali.

Brittney ha sempre sostenuto il movimento Black lives matter e in passato la sua squadra uscì dal campo durante l’esecuzione dell’inno americano. Che negli States è un momento intoccabile. Ora preghi che il Governo degli Stati Uniti la sostenga, sennò potrebbe attenderla un inferno.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: *Profilo Instagram brittneyyevettegriner