in

Bottas ammette: “Hamilton mi ha rovinato la carriera”

Fonte immagine: Profilo Instagram @valtteribottas

Valtteri Bottas sta cercando di chiudere nel migliore dei modi la sua carriera nel mondo delle corse. Non si può non ritornare con la memoria, però, agli anni alla guida della Mercedes. Stare con uno come Lewis Hamilton non è stato facile: “Devi essere in uno stato di negazione. Sono stato in fase di negazione per quasi cinque anni, perché ogni anno volevo tornare a cominciare la stagione per lottare per il titolo e quindi dovevo credere in me stesso”.

Dopo questo lungo periodo con la scuderia di Stoccarda, per il pilota finlandese è arrivato il momento di fare le valigie. Poco prima del suo avvicendamento con George Russell, il finlandese si è accorto di alcune cose: “È stato solo quando ho saputo che avrei lasciato la squadra che ho notato che ero un po’ più a posto con certe cose. Mi è stato permesso di accettare alcune di queste cose. Di sicuro, nella tua carriera, passi attraverso questo tipo di cose…”.

Bottas e il confronto con Hamilton

Durante una recente intervista rilasciata per Motorsport, Bottas ha fatto capire di aver preso consapevolezza di questa situazione solo nella fase finale della sua storia con Mercedes e al fianco di Hamilton. “Con Lewis – dice – , solo nell’ultimo anno ho potuto accettare che, a parità di macchina e per un periodo di un’intera stagione, ho fatto davvero fatica a batterlo e che probabilmente è migliore in certe aree. Come pilota, ammettere questo a se stessi è difficile”.

In ogni caso, il numero 77 della griglia fa capire di non aver rimpianti. Del resto ha guidato per cinque anni la miglior macchina del lotto: “Non ho rimpianti perché era una situazione difficile per me, visto che avevo sempre un contratto annuale.  Sapevo che se volevo lottare per il titolo, dovevo essere calmo in questa squadra. Se avessi iniziato a fare lo stronzo, avrei perso il mio lavoro molto facilmente. Potevano sempre prendere qualcun altro”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @valtteribottas

blog hibet