in

Bolt applaude Jacobs: “Ottimo atleta e bella persona”

Il primatista dei 100 metri spende belle parole per il campione olimpico

jacobs share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @usainbolt

Usain Bolt non pensa più da atleta, ma da uomo che prova a godersi la vita. Lo racconta così, nel corso di un’intervista per la Gazzetta dello Sport: “In questo momento cerco di rilassarmi il più possibile, soprattutto nei fine settimana. Passo tanto tempo con la mia famiglia, aiutando in casa, con i bambini. Se ho un impegno di rappresentanza per i miei sponsor o per la mia Fondazione benefica, mi dedico a quello, altrimenti mi rilasso e gioco a domino con i miei amici”.

L’ormai ex velocista giamaicano prova a fare le carte all’anno che sta per concludersi. Un anno che per l’atletica è ormai agli archivi, per il quale lui vede due atleti su tutti a dominare: “Tra i velocisti dico Fred Kerley, l’unico che ha fatto bene sia all’Olimpiade, sia al Mondiale. Quando riesci a fare bene in due eventi con tempi molto buoni diventi un riferimento. Ho visto sul suo profilo Instagram che ha corso i 100 in 9”86 e in 9”76. È stato il velocista numero uno della stagione”.

Bolt parla di Jacobs

Usain Bolt ha parlato anche di Marcell Jacobs. Il campione olimpico dello scorso anno sui 100 metri è considerato in maniera molto positiva dal giamaicano: “Penso solo il meglio. Non l’ho ancora incontrato, ma ci siamo scambiati alcuni messaggi su Instagram. Gli ho scritto: “Occhio, questo è il momento di tener duro, perché tutti proveranno a sfidarti…”. Quando sei al top, tutti vogliono batterti. Marcell è un velocista molto ben costruito ed una bella persona”.

Jacobs è uno dei più noti a usare le scarpe ammortizzate. Una vera e propria manna dal cielo secondo il primatista dei 100 piani: “Sono un grande passo avanti. Nell’ultimo anno e mezzo, da quando sono state commercializzate, molti atleti hanno migliorato i loro personali. Ma non vedo ancora nessuno in grado di dominare la scena o di migliorare i miei record. Quello che ci è andato più vicino è stato Noah Lyles nei 200, sulla pista di Eugene che è molto rapida, con punte di velocità altissime…”.

In ogni caso, sono belle le parole per il nostro campione.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @usainbolt

blog hibet