in

Bologna, Orsolini: “Ho sempre voluto restare, sogno la Nazionale”

Fonte immagine: Profilo Instagram @riccardo_orsolini7

Riccardo Orsolini si gode e si merita la convocazione in Nazionale. La prima chiamata di Spalletti nasconde un aneddoto particolare: “Mi hanno chiamato in azzurro mentre ero a un battesimo a Lugo. Ho mangiato in macchina, sono arrivato a Milanello poco prima dell’allenamento. Spalletti stava parlando con Buffon. Poi viene da me e fa: ‘Ciao Riccardo, grazie della tua disponibilità eh…’. E io: ‘Ma grazie di che? Grazie a lei mister dell’opportunità!'”.

Il fantasista del Bologna sta risorgendo sotto la cura di Thiago Motta. E quando gli viene chiesto perchè il tecnico italo-brasiliano è esaltato così tanto, lui ha già ha risposta: “Perché è un buonissimo allenatore, perché ha idee, anche se a volte, come a Genova l’anno scorso, prendo iniziative. Però poi ci ridiamo e mi dà baci d’affetto, sulla fronte a Monza, nella nuca l’altro giorno”.

Bologna, i sogni di Orsolini

Durante un’intervista per la Gazzetta dello Sport, Orsolini ha ribadito la sua intenzione di restare a Bologna. Il tutto nonostante il forte interessamento di altre squadre nei mesi scorsi: “Più che sentire squadre vicine a me, quel che chiedevo io era: ‘Quando ci incontriamo per rinnovare?’. Ho sempre voluto restare. Questa è casa mia. Mi sono sempre trovato bene con tutti. Come dice Fenucci, sono il suo figlio maschio…”.

Il numero 7 dei rossoblu è reduce da una tripletta contro l’Empoli. In particolare, il suo primo gol è una autentica delizia. C’è chi dice che sia il più bello della sua carriera: “Faccio solo gol belli (ride, ndr). Questo sono io… Anche quelli su rigore. Ne ho sbagliato solo uno, col Cagliari. Poteva essere il 2-1, volevo fare una cosa scenica anziché semplice. Spaccare la chitarra sul palco come Jimi Hendrix. L’ho fatto con la traversa. Non succederà più”.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @riccardo_orsolini7

blog hibet