in

Bikila, il campione olimpico resuscitato per l’Appia run

Bikila
Fonte immagine: *la Repubblica

Non si dica più che il Comune non fa i miracoli per i suoi cittadini! Il Comune di Roma si è superato: ha resuscitato il maratoneta Abebe Bikila in occasione dell’Appia run.

“Guest star il campione olimpionico della maratona del 1960, l’ottantaseienne Abebe Bikila che correrà insieme ai partecipanti”

Peccato che il tanto atteso ospite sia morto 45 anni fa.

Ma niente è impossibile per il Campidoglio, questa ne è la dimostrazione!

Per pochi minuti l’atleta non solo è tornato in vita ma è stato anche previsto come partecipante.

È proprio vero: le leggende non scompaiono mai!

Ma cosa vuoi che sia tornare in vita per un pluricampione? Tornare a correre all’Appia Run!

Ricordiamo infatti che Bikila ha vinto due Olimpiadi, in un’epoca dove già parteciparvi, per un africano, era un miraggio.

E proprio a Roma l’atleta vinse la maratona dei Giochi della VIII Olimpiade, correndo per 42.195 metri…a piedi nudi!

Il runner spiegò alla stampa che questa scelta era stata presa per omaggiare il suo popolo, etiope, talmente povero da non avere nemmeno le calzature.

Si dice che alla fine della corsa, dai suoi piedi, vennero estratti rametti, pietruzze e schegge di vetro.

Dopo la seconda vittoria olimpica, a Tokyo ’64, l’etiope rimase paralizzato a causa di un incidente stradale.

Questo lo spinse a non camminare più ma non bastò per escluderlo dalle competizioni sportive.

La sua determinazione lo portò a gareggiare in altri sport: tiro con l’arco e tennis tavolo.

Una storia spettacolare, che ha reso Bikila un simbolo della libertà africana ma soprattutto un eroe destinato a vivere per sempre (vedi Comune di Roma).

bikila gaffe

Fonte immagine: *la Repubblica

Per altre gaffe condivise da Hibet Social: Cuadrado: la gaffe nella giornata ricordo di Fortunato

Fonte immagine in evidenza: *la Repubblica