in

Berrettini confessa: “Non ero al top, ho solo combattuto”

Dopo la sconfitta contro Ruud arriva l’amara confessione

berrettini share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @matberrettini

Matteo Berrettini non vuole girarci troppo intorno. La partita che lo ha condannato all’eliminazione degli Us Open lo ha visto giocare contro un avversario che ha fatto meglio: “Lui ha avuto il miglior inizio possibile, e io l’ho aiutato. Lui ha giocato veramente bene, e io ho giocato veramente male. Probabilmente è stata la mia peggiore giornata nel torneo nel momento più importante. Ho combattuto, ma non è stato abbastanza. Non sentivo il mio gioco, la mia mentalità, lui sembrava stare benissimo. Ha giocato una gran partita, gliel’ho detto. Non credo ci sia molto da aggiungere“.

Casper Ruud ne approfitta e vola in semifinale a Flushing Meadows. L’analisi da parte del giocatore italiano prosegue sempre all’insegna della sincerità e dell’obiettività: “Era una combinazione di lui che ha giocato molto bene e io che ho giocato molto male. Non ho controllato le mie statistiche, ma il mio gioco non c’era. Un giocatore come lui, una volta che va avanti di un break diventa sempre più sicuro e comincia a colpire sempre più forte. Sono riuscito a mettere più energia in quello che facevo dalla fine del secondo set, anche se non mi sentivo bene”.

Berrettini, la lotta non basta

Durante la conferenza stampa post partita Berrettini ha ammesso di aver provato a lottare. Solo questa arma, però, non gli è bastata per rimontare: “Ho combattuto, il suo livello è sceso un po’. Ho cercato di trovare il giusto equilibrio tra il livello di energia che avevo e il mio gioco. Anche se ero in vantaggio 5-2 non mi sentivo bene, e si è visto nei giochi successivi. In una giornata simile, si può solo continuare a combattere, ed è quello che ho fatto, ma non è stato sufficiente“.

Più in generale il finalista di Wimbledon 2021 non si spiega il pessimo inizio di partita. Anche perchè le sensazioni alla vigilia non erano malvagie: “All’inizio del torneo sentivo di non aver avuto abbastanza match nelle gambe, quindi non sapevo esattamente quale fosse il mio livello. Oggi ha iniziato lui a servire, sentivo che avrei potuto strappargli il servizio subito, ma non è stato così. Comunque ero nella partita, poi ho fatto un doppio fallo e 20 minuti dopo mi sono ritrovato sotto 5-0”.

Una sconfitta dura, ma che potrà insegnare qualcosa.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @matberrettini