in

Il virologo Bassetti: sì alla vaccinazione per tutti i calciatori di Serie A!

La proposta via social che potrebbe garantire la regolare gestione del campionato

vaccinazione_Bassetti_Serie_A
Fonte immagine: Instagram

Uno dei volti che abbiamo (nostro malgrado) imparato a conoscere durante questa pandemia, è quello del virologo Matteo Bassetti, che molto spesso è salito alla ribalta per qualche sua dichiarazione non sempre in linea con molti suoi colleghi. 

Anche questa volta è stato protagonista di un messaggio lanciato sul suo canale social, che sicuramente farà molto discutere non solo dal punto di vista medico e sanitario, ma anche per i possibili sviluppi che potrebbe avere sul campionato di Serie A. 

Vaccinare tutti i calciatori

La proposta di Bassetti in effetti è quanto di più sempice si possa immaginare: ci sono problemi per l’aumento dei contagi anche all’interno delle squadre di Serie A? Allora la soluzione migliore per poter consentire di portare a termine il campionato è quello di vaccinare immediatamente tutti calciatori in campo. 

Ricordiamo peraltro, che andiamo incontro proprio al periodo che lo scorso anno causò lo stop del campionato, e anche ora sembra che qualche problema possa tornare di attualità (vedi il Torino, ultimo a essere coinvolto in un focolaio che ha causato già almeno due rinvii). 

I motivi del vaccino ai calciatori

Nel suo post su Instagram, Bassetti evidenzia alcuni punti che potrebbero avvalorare questa proposta. Il medico parla di meno di 600 calciatori da vaccinare, ma ovviamente il numero sarebbe poi decisamente più alto, visto che sarebbe parimenti necessario fornire protezione anche a tutti i membri dello staff delle varie squadre. 

Ma a prescindere, chiaro che riuscire a proteggere non solo i calciatori, ma anche il sistema calcio tutto (inutile sottolineare come una nuova interruzione sarebbe letteralmente devastante sia dal punto di vista finanziario che per le ricadute che comporterebbe). 

Viceversa, dice Bassetti, vedere vaccinare un campione mediaticamente mondiale come Ronaldo, potrebbe sicuramente aiutare anche a livello di immagine per divulgare al massimo la positività dei vaccini. 

Le problematiche di base

La problematica di base di fatto è soprattutto una: mancano i vaccini. Non che non ci siano queste 600 (o anche 6000) dosi disponibili in generale (pure a forza di calare rifornimenti siamo decisamente sotto le aspettative), ma certo spostare possibili e rare dosi da qualche soggetto a rischio o operatori sanitari e scolastici, per assicurare la protezione di un giovane e forte calciatore (con scarsissime probabilità di ammalarsi gravemente per il virus), potrebbe non essere molto ben visto a livello etico. 

C’è però come sempre da sottolineare che garantire il futuro al gioco del calcio non significa solo far contenti i tifosi e i calciatori, ma anche dare fiducia a un settore economico che è addirittura il terzo del paese, con migliaia e migliaia di lavoratori al seguito.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
Il virologo Bassetti: sì alla vaccinazione per tutti i calciatori di Serie A!
Titolo
Il virologo Bassetti: sì alla vaccinazione per tutti i calciatori di Serie A!
Descrizione
Il virologo Bassetti: sì alla vaccinazione per tutti i calciatori di Serie A! La proposta via social che potrebbe garantire la regolare gestione del campionato
Autore