in

Bagnaia pensa positivo: “Ottima moto per il 2024”

Fonte immagine: Profilo Instagram @pecco63

Francesco Bagnaia saluta i primi giorni di test a Jerez. Le sue sensazioni sono buone: “Sono contento del test perché siamo riusciti a finire bene. Le condizioni oggi non erano per niente buone, c’era tantissimo vento che dava fastidio. Ducati ha portato un motore nuovo che va almeno come il vecchio e questo è già fantastico. In certe aree mi sono già trovato meglio e sono quelle in cui avevo chiesto qualcosa. Dobbiamo migliorare l’erogazione, ma per quello c’è tempo. Il motore 2023 era troppo dolce, ora invece si sente di nuovo la potenza. Non c’era un modo migliore per andare in vacanza”.

Il due volte campione del mondo della MotoGP si è focalizzato sulla prima giornata. Una giornata in cui è stato possibile anche fare dei confronti: “È stata una giornata molto importante e sapevamo quanto fosse fondamentale, perché sono due anni che veniamo via dai test di novembre con un dubbio sulle cose nuove. Nel 2021 perché eravamo a Jerez e c’era una condizione stratosferica, quindi era andato benissimo tutto quello che avevamo provato e poi quando siamo arrivati all’inizio del 2022 invece era tutto un disastro”.

Bagnaia e l’evoluzione della Ducati

Secondo Bagnaia, intervistato dai giornalisti presenti a Jerez, le nuove evoluzioni in casa Ducati sono positive. Soprattutto per quel che riguarda il motore per il 2024: “L’anno scorso non eravamo convintissimi su tante cose dopo questo test e in Malesia abbiamo dovuto fare un grande lavoro. Il nuovo motore è molto simile, ma già il fatto che siamo partiti e in certe aree è uguale è buonissimo. E in certe è meglio, quindi sono molto contento”.

Infine, Pecco ha fatto un percorso attraverso i tre anni nel team ufficiale della Ducati. Un inizio complicato per la pandemia, prima di spiccare il volo: “Il primo anno che sono arrivato nel team ufficiale la moto era ‘congelata’ per via del COVID, quindi non c’è stato niente da provare. Arrivati al 2022 è stata tosta, perché avevamo tantissima roba da provare e non siamo riusciti a finire il lavoro nei test, lo abbiamo completato alla prima gara. E’ stata tosta come esperienza, ma penso che mi abbia aiutato ad essere più deciso quando provo una cosa”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @pecco63

blog hibet