in

Bagnaia frustrato: “Ci fosse una regola per restituirmi i punti”

L’italiano abbattuto da Nakagami a Barcellona

bagnaia share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @pecco63

Dopo la grande vittoria ottenuta in quel del Mugello, subito una brutta caduta che ridimensiona anche le possibilità in ottica campionato del mondo. Francesco Bagnaia è costretto a rialzarsi dalla ghiaia del circuito di Barcellona, dopo il ruzzolone avvenuto nelle prime curve del Gran Premio di Catalogna. Il pilota italiano, però, non riesce a farsi passare la grande delusione per uno zero in classifica che potrebbe diventare decisivo.

Questa la prima reazione del pilota della Ducati all’incontro con la stampa: “Sono contento che Nakagami stia bene e che non abbia problemi. Alla prima curva del primo giro non serve fare così, soprattutto se parti 12°: hai già recuperato posizioni, aspetti. Lui è solito fare queste cose ed è brutto perché sono caduto io. Le gare sono anche queste, è accaduto a me qualche settimana fa”. Il centauro della Ducati guarda comunque al futuro: “Arrivano gare dove possiamo fare bene e recuperare punti, non è facile con un Quartararo così in forma e che ha trovato la quadra della moto. Lo scorso anno eravamo a 70 punti e abbiamo finito a -26, cercheremo di fare meglio“.

Bagnaia si scaglia contro Nakagami

Naturalmente Takaaki Nakagami finisce nell’occhio del ciclone per un altro episodio negativo: “Non ci sono piloti cattivi, nessuno ha l’intenzione di farti cadere. Lui ha rischiato per se stesso, ha sbattuto forte con la testa sulla mia moto. Dopo tutti questi anni sono errori che non ti puoi permettere. L’ho difeso in occasione della caduta con Rins, ma oggi mi sembra che oggi non abbia troppe scusanti, sono cose che in MotoGP non possono succedere. Nakagami ha proprio chiuso il cervello, ha staccato in un modo che sarebbe finito nella ghiaia, ma in fondo, non si sarebbe mai fermato”.

L’azzurro, poi, prova a fare una battuta sui punti persi per via di questi episodi: “Ci fosse una regola che mi aggiungono 20 punti perché ero veloce lo accetterei, abbiamo fatto 0 come a Le Mans. Un po’ di errori li ho fatti io, un po’ come squadra, a volte capitano queste cose e non ci puoi fare niente. L’importante è essere consapevoli della nostra velocità. Sono contento di avere un avversario come Quartararo. tutti tirano in ballo i magnifici quattro, ma Quartararo è uno dei piloti più forti ce ci siano mai stati ed è bello che sia così“.

Ora però c’è solo da provare a ricominciare dalla prossima gara.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @pecco63