in

Bagnaia fa la formichina: “Non punterò sempre a vincere”

bagnaia share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @motorsport_noticias

Pecco Bagnaia spende belle parole per Enea Bastianini. Il suo nuovo compagno di scuderia nel team ufficiale Ducati viene descritto in questo modo: “Uno di quelli che non mollano mai e che fino all’ultimo metro ci prova, a volte anche andando oltre il suo limite. E questo è un punto a suo favore importante, perché quando ci ha provato, la maggior parte delle volte ci è riuscito”.

Il campione del mondo della classe MotoGP ha svelato ai microfoni della Gazzetta dello Sport anche l’inizio di una grande amicizia con il suo connazionale: “Ci conosciamo da sempre, da quando ho iniziato a correre. Sempre avversari, ma abbiamo sempre avuto un buon rapporto. Ho sempre riconosciuto in Enea un gran pilota, e penso che il pensiero sia reciproco”.

Bagnaia lancia la sfida

Per Bagnaia non è facile affrontare una stagione da campione in carica. E quando gli viene chiesto chi possono essere avversari e sorprese, risponde così: “Per quello che vedo, come moto direi l’Aprilia, poi c’è il team VR46, senza dimenticare la Pramac: con Gino Borsoi alla guida faranno un bel lavoro. Bezzecchi e Marini non so se si possono più chiamare sorprese, sappiamo il loro potenziale, quindi, dico Miguel Olivera e Raul Fernandez. I due del team RNF sono da tenere d’occhio”.

Ma come va affrontata una stagione molto lunga, con 21 weekend di corsa e soprattutto l’arrivo delle Sprint Race? Secondo Pecco non sarà necessario puntare alla vittoria in tutte le gare da disputare. Fare la formichina potrebbe essere fondamentale: “Bisognerà accontentarsi spesso, provando però a vincerle tutte. Servirà capire il meccanismo e sfruttare al massimo quello che si ha. Anche solo uno zero in una Sprint Race potrà fare una grande differenza”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @motorsport_noticias

blog hibet