in

Aston e la vicenda della Battaglia di Santiago

L’arbitro è in seconda posizione nella classifica dei migliori di sempre ma gli italiani lo ricordano per altro.

ken_aston_battaglia_di_santiago
Fonte immagine: Wikipedia

Nei giorni scorsi è stata redatta la classifica dei dieci migliori arbitri nella storia del calcio. L’Italia ha potuto celebrare Pierluigi Collina, che è stato inserito in prima posizione nella graduatoria, anche in virtù del fatto che per nove volte è stato il miglior fischietto al mondo in una stagione. Ma ha fatto discutere e non poco il piazzamento in seconda posizione di Ken Aston. È stato di certo un direttore di gara iconico per la storia del calcio.

L’arbitro inglese ha fatto la storia nel periodo in cui ha esercitato la professione, a cavallo tra gli Anni Cinquanta e Sessanta. Purtroppo per lui, però, gli italiani se lo ricordano per uno degli episodi più scandalosi nella storia del calcio. Una partita che non è ricordata per alcun passaggio tecnico o per una giocata spettacolare, tanto che è passata alla storia come La Battaglia di Santiago. Stiamo parlando del match tra Italia e Cile.

Una vera battaglia

Le due nazionali si sono affrontate in occasione dei Mondiali del 1962, disputato proprio nella nazione sudamericana. La gara in questione era la seconda della fase a gironi, ma aveva un discreto trascorso polemico. A partire dal modo in cui la nostra Federcalcio si era opposta alla disputa dei Mondiali in Cile, a causa del terremoto che devastò il Paese due anni prima. Un evento che scatenò una serie di articoli polemici nei quotidiani italiani.

Tutto ciò venne recepito in Cile, nazione dipinta come “il simbolo triste di uno dei paesi sottosviluppati del mondo e afflitto da tutti i mali possibili”. Nel frattempo, però, la Coppa del Mondo venne assegnata proprio ai sudamericani, che si legarono tutto al dito. E non appena arrivò il momento della partita, c’era la grande opportunità di vendicarsi. Fin dalla scelta dell’arbitro, che fu proprio Ken Aston.

Una gara assurda

L’inglese aveva diretto già la prima gara dei cileni ma fu richiamato, in quanto la designazione di uno spagnolo aveva fatto storcere il naso all’Italia. Ma ben presto ci si rese conto che non si sarebbe vista una gara di calcio, ma una vera e propria caccia all’uomo. A partire dall’aggressione di Lionel Sanchez ai danni del nostro David, con Aston che non vide nulla. Come se non bastasse, l’arbitro buttò fuori Ferrini e ignorò un altro pugno di Sanchez, stavolta ai danni di Maschio.

L’Italia sarebbe finita anche in nove uomini, in quanto lo stesso Maschio si vide rompere il naso per quella aggressione, e a quei tempi non erano previste sostituzioni per i giocatori di movimento. Gli azzurri provarono a resistere per 70 minuti, ma le reti di Ramirez e Toro posero fine ai tentativi italiani. Una partita che di calcio ebbe ben poco e provocò pessime conseguenze per la nostra Nazionale, eliminata per differenza reti.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia

Francesco Cammuca

Sommario
Aston e la vicenda della Battaglia di Santiago
Titolo
Aston e la vicenda della Battaglia di Santiago
Descrizione
Ken Aston è stato inserito in seconda posizione nella classifica dei migliori arbitri di sempre. Ma gli italiani lo ricordano per la Battaglia di Santiago.
Autore
Francesco Cammuca

Scritto da Francesco Cammuca

Giornalista, 30 anni di vita all'insegna dello sport, tra ciò che si vede in campo e quel che lo circonda.