in

Arianna Mihajlovic si racconta alla rivista Chi.

La moglie di Siniša ha spiegato come è sopravvissuta al dolore.

Arianna Mihajlovic share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @ariannamihajlovic

La perdita di una persona cara è qualcosa che ci turba profondamente nell’animo per lungo tempo, specie se ad abbandonarci è proprio l’amore della nostra vita: questa è un po’ la storia di tutti, ma anche di Arianna Mihajlovic.

La moglie della leggenda del calcio ha deciso di raccontarsi al settimanale Chi, spiegando come ha provato a sopravvivere al dolore: “Lo sentivo per casa, ovunque”.

Arianna racconta anche la sua scelta di vivere insieme al figlio Nicholas: “Mi vedeva da sola e mi chiedeva quando sarei uscita: si sentiva in colpa se rimanevo a casa. Ho visto per troppo tempo persone appese alla vita. Un conto è parlare di dolore, un altro è viverlo. Mio marito una settimana prima di morire ha fatto dieci chilometri di corsa e io mi devo abbattere o cadere nella depressione? No! Continuo a vivere per i miei figli. Lui ci sarà sempre, fino a quando non lo ritroverò… perché lo ritroverò” .

Una scomparsa che è stata tragica anche per i figli, soprattutto per Viktorija: “Lei dice ‘Non troverò mai un fidanzato come papà”.

Nonostante questo grande dolore, non sono mancate le critiche per il comportamento della vedova e della sua famiglia, accusate di aver vissuto il lutto in modo poco consono e anche a loro Arianna dedica due parole: “Giudicatemi pure, non me ne frega niente.”

D’altronde, è impossibile giudicare il dolore altrui senza averlo mai vissuto dall’interno.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @ariannamihajlovic

blog hibet