in

MotoGP, altre tre prove annullate: niente Malesia, Argentina e Thailandia

Fonte immagine: Wikipedia Commons

La MotoGP è ripartita in questa calda e convulsa estate, con le prime due prove della stagione dopo il lungo stop causato dall’emergenza Covid. E se il più grande exploit lo ha ottenuto fin ora Fabio Quartararo che ha vinto entrambe le due gare fin qui disputate, c’è da registrare l’assenza forzata di Marc Marquez, che dopo la doppia caduta nella gara inaugurale è costretto a guardare da fuori lo strapotere del pilotino francese, considerato da tutti il suo erede al comando della classe regina.

E se finora sono state disputate due gare, ce ne sono altre tre che non vedranno la luce del sole in questo travagliato 2020 per lo sport mondiale. La Dorna, società che gestisce l’organizzazione e la disputa del motomondiale, ha infatti annunciato l’annullamento per questa stagione di tre appuntamenti. Uno è storico in quanto si tratta del Gran Premio della Malesia in quel di Sepang, in cui si sono spesso visti dei duelli al calor bianco.

Gli altri due appuntamenti che non si correranno nel mondiale MotoGP 2020 sono i Gran Premi di Thailandia e di Argentina, in programma rispettivamente nei circuiti di Buriram e di Termas de Rio Hondo. Due gare tutto sommato giovani per la storia della classe regina, ma che hanno già regalato delle emozioni importanti. Basti pensare, ad esempio, alla vittoria in Sudamerica che Valentino Rossi ha ottenuto un paio di anni fa, con tanto di maglia di Maradona indossata sul podio.

La situazione sanitaria di questi tre Paesi ha convinto l’organizzazione della MotoGp ad annunciare la mancata disputa dei rispettivi Gran Premi per questa stagione, in cui spesso e volentieri vedremo delle date doppie negli stessi circuiti. La stessa cosa si è vista in Formula 1, ad esempio in Austria dove si sono corse le prime due gare. Tra l’altro, per il circuito di Buriram questa notizia è il modo peggiore per celebrare il contratto appena rinnovato con la Dorna fino al 2026.

Per il momento, dunque, il calendario del campionato del mondo 2020 della classe MotoGp si compone, oltre che delle due gare corse a Jerez de la Frontera, anche di altre dodici corse. Finora ne sono state ufficializzate “solo” undici: la prossima si correrà il 9 agosto a Brno e potrebbe vedere il ritorno di Marquez. Dopodichè si correrà due volte sia a Zeltweg che a Misano Adriatico, con il calendario che proseguirà con gli appuntamenti di Catalogna, Le Mans, Aragon (due volte) e Valencia.

Anche il circuito intitolato a Ricardo Tormo vedrà la disputa di due gare, rispettivamente in programma l’8 e il 15 novembre. Ma come detto c’è un’altra tappa fin qui ufficializzata, che attualmente è la numero 14 del calendario. È stata fissata per il prossimo 22 novembre, ma al momento non c’è alcun circuito in cui è prevista la disputa della gara. È probabile che la Dorna vorrà valutare la situazione Coronavirus si scala mondiale per inserire almeno una tappa in Asia, se non addirittura due.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca