in

Anche ad Haaland piace dormire: alle 22 a letto.

Il giocatore considera il sonno molto importante per la buona riuscita delle sue prestazioni.

haaland share hibet social
Fonte immagine @erling.haaland

Erling Haaland è un giocatore molto bravo, ma anche molto particolare: anche lui ha i suoi riti e le sue fissazioni, tutte cose che ripete ed esercita con cura per la buona riuscita delle sue prestazioni in campo.

Una tra queste sembrerebbe essere il sonno: il giocatore ha infatti affermato durante un’intervista di amare molto dormire e che controlla il suo sonno in modo quasi scientifico, dato che lo considera una tra le cose più importanti della sua vita.

La notte quindi, si mette a letto non più tardi delle 22, ma quello che è più curioso in realtà, è il fatto che indossa un paio di occhiali molto particolari, che definisce protettivi: “Indossa occhiali di colore arancione e blu che proteggono i suoi occhi dalla luce naturale e da quella degli schermi digitali. Il sonno è programmato per iniziare tra le 22 e le 22.30 quasi tutte le notti, e spegne tutti i dispositivi elettronici molto prima di quell’ora. Haaland spesso non è contattabile la sera: mette il telefono su ‘non disturbare’ per evitare distrazioni. indossa l’anello Oura, un particolare dispositivo che, posto sul dito, misura la qualità del sonno, l’andamento della temperatura, lo stress e la frequenza cardiaca” scrive il Daily Mail.

Cosa ci stranisce di più tra questo ed il fatto che mangia cuore e fegato? Niente, è un atleta e come tale ha delle abitudini che gli danno dei benefici.

Lui stesso ha affermato: “La prima cosa che faccio al mattino è prendere un po’ di luce solare negli occhi, fa bene al ritmo circadiano. Ho anche iniziato a filtrare un po’ la mia acqua. Penso che possa avere grandi benefici per il mio corpo”.

Bravo Haaland, avrà preso ispirazione da qualcun altro?

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine @erling.haaland

blog hibet