in

Juventus, alla fine la spunta il Morata bis

Juventus
Fonte immagine: Wikipedia Commons

Alla fine, la Juventus ha deciso. Sarà Alvaro Morata a ereditare per la seconda volta in carriera la maglia numero 9 della formazione bianconera, nella ricostruzione voluta e ottenuta da Andrea Pirlo per la sua prima vera esperienza su una panchina. Il bomber spagnolo ha già conosciuto quello che sarà il suo nuovo allenatore, per aver condiviso con lui un paio di stagioni magiche in cui la Juventus ha anche sfiorato la vittoria della Champions League.

In quel 2014/2015, ultima annata in bianconero per Pirlo dopo quattro stagioni ricche di trofei e soddisfazioni, Morata arrivò in punta di piedi ma diventò subito protagonista. Ovviamente con l’aiuto del regista bresciano ma anche grazie alla regia attenta di Max Allegri in panchina e con l’ausilio di compagni di squadra fortissimi, in primis Carlos Tevez. Già l’anno scorso sembrava che Morata potesse tornare alla Juventus, ma ora siamo qui.

E così, dopo il sondaggio per Suarez (e per fortuna che nulla si è concluso) e la trattativa che sembrava ormai conclusa per Dzeko (con annesso approdo alla Roma del bomber polacco Milik), la Juve riaccoglie a Torino un giocatore che sa già cosa voglia dire giocare per la Vecchia Signora. Probabilmente non è quel bomber che i tifosi si aspettavano, è un “usato sicuro” che però conosce l’ambiente.

Vedremo se sarà anche il partner giusto per Cristiano Ronaldo. Almeno con lui, al Real Madrid, Morata una Champions l’ha vinta…

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Wikipedia Commons

Francesco Cammuca