in

Alonso torna in pista: “Sono diventato una persona migliore”

Formula 1
Fonte immagine: Flickr

Il 2021 sarà un anno particolare per il circus della Formula 1. In primis perché sarà l’ultima annata con l’attuale configurazione in termini regolamentari e di composizione delle monoposto, prima della nuova rivoluzione che avrà luogo a partire dal 2022. E poi perché ci sarà uno dei ritorni più attesi al volante, ovvero quello di Fernando Alonso. Come già sappiamo, il pilota spagnolo tornerà alla guida della Renault, scuderia con la quale ha vinto i suoi due Mondiali.

Nonostante siano passati 16 anni dal suo secondo e ultimo trionfo iridato, Alonso si sente pronto per affrontare l’avventura. E nel farlo, svela anche i motivi che lo hanno spinto a tornare: “Potevo scegliere di fare qualsiasi cosa nella vita. O semplicemente di riposarmi. Due anni fa avevo in testa una lista di desideri: il Wec, la Dakar, Daytona. In quel momento erano cose prioritarie rispetto alla Formula 1 che era dominata da una sola squadra ed era diventata noiosa. Insomma, era il momento giusto”.

A proposito della Formula 1 attuale, Alonso ha parlato del momento magico di Lewis Hamilton che anche grazie alla Mercedes sa solo vincere: “È stato fortunato per il pacchetto imbattibile che ha avuto. È molto molto forte, è un talento superiore, ma è stato anche al posto giusto nel momento giusto. Se come compagno avesse avuto Verstappen, o Leclerc, o Alonso, chissà… In fondo con Button e Rosberg ha anche faticato”.

E poi c’è la Ferrari, uno dei più grandi amori nella carriera di Fernando: “Nessuno pensava di vederla così in difficoltà, nemmeno loro all’interno immaginavano una cosa così. Penso che tutta la storia di quel che la Fia aveva trovato sulla power unit dell’anno scorso abbia avuto un impatto grande quest’anno. Ma questa è solo un’impressione che si può avere da fuori”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Flickr

Francesco Cammuca