in

Allegri attacca i giornalisti: “Siete i primi risultatisti”

L’allenatore della Juventus si difende

allegri share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @juve_nostra_religione

Massimiliano Allegri prova a difendere il suo operato. Così, dopo la risicata vittoria ottenuta sabato sera sul campo del Cagliari fa capire di non essere l’unico a pensare solo al risultato: “Preferisco le critiche che mi vengono fatte quando giochiamo male ma vinciamo. Infatti nessuno si ricorda della partita di domenica scorsa, alla fine ha vinto l’Inter e si parla solo dell’Inter, nessuno si ricorda che abbiamo giocato bene”.

Il tecnico della Juventus ha fatto sue alcune critiche che gli si sono state rivolte in questi anni. Un modo per scrollarsi di dosso le colpe che gli vengono attribuite: “Voi giornalisti siete i primi risultatisti, fino al 75′ col Villarreal su tutti i siti e i social, che io per fortuna non frequento, si parlava benissimo della Juve. Poi abbiamo preso gol e tutto è diventato un disastro. Allora qualcosa non torna. La prestazione rimane, poi il risultato varia il giudizio”.

Allegri aspetta Dybala

Il mister toscano ha anche fatto sue le parole di Fabio Capello. Il suo predecessore sulla panchina dei bianconeri ha fatto capire che il calcio italiano ha sbagliato a seguire alcuni dogmi: “Ha detto bene un certo Fabio Capello: siamo andati dietro per 15 anni a Guardiola che era già avanti a noi. Quando ho detto del suo portiere che fa lanci a 80 metri non hanno capito niente, parlavo di una variante che lui ha messo all’interno della squadra”.

Infine c’è il solito cenno a Paulo Dybala. Allegri è consapevole che lo perderà a fine stagione ma vuole sfruttarlo finché potrà: “La storia di Paulo con la Juve finisce perché le storie nascono e finiscono. Finisce tra uomini e donne, tra società e allenatori o giocatori. Fa parte della vita, è stata fatta questa scelta e Paulo si sta impegnando molto. Ha avuto tanti infortuni e non è ancora il Dybala che conosciamo, ma può darci molto in questo finale di stagione perché si sta comportando da professionista”.

E si va avanti così, fino al termine del campionato.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio e vedere qualche protagonista in diretta.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @juve_nostra_religione