in

Alex Zanardi dopo l’incidente.

Il campione paraolimpico pian piano si riprende

alex Zanardi post incidente share hibet social
Fonte immagine: Instagram

Il 2020 non è stato un anno facile, tra pandemia da Covid 19 e tutte le varie disavventure che si sono verificate c’è anche quella che ha colpito Alex Zanardi, proprio il 19 giugno scorso.

Nei pressi di San Quirico d’Orcia perse il controllo del mezzo, schiantandosi con la ruota anteriore sinistra di un tir: correva con la sua handbike durante la staffetta di “obiettivo3”, una gara di beneficenza. Immediati i soccorsi ed il ricovero alle Scotte di Siena, poi al San Raffaele di Milano dove è stato ripetutamente operato dopo lo scontro.

La progressiva ripresa

Un brutto colpo per il campione, che ha dovuto rivivere momenti stressanti come quelli del 15 settembre 2001, quando ha dovuto subire l’amputazione delle gambe, con conseguenti sette arresti cardiaci, quindici operazioni a cui seguirono ben quattro giorni di coma farmacologico indotto e un lunghissimo e difficilissimo processo di riabilitazione.

“Sono piccoli passi ma sappiamo che è un percorso lungo e ci vorrà molto tempo”, sono queste le parole del figlio, Niccolò, che spera in un miglioramento sempre più progressivo del padre; a distanza di un anno Zanardi ha recuperato la sensibilità sensoriale, risultando anche cosciente.

Leggi anche...  “La partita della vita” dal libro alla serie tv

Auguriamo che Alex Zanardi, il campione paraolimpico, possa tornare a vivere la vita, come ha sempre fatto, con la sua forza estrema che lo ha sempre reso un esempio per tutti, oltre che tanta forza alla sua famiglia e in particolare al figlio Niccolò, che ha bisogno del suo grande papà.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Instagram

Sommario
Alex Zanardi dopo l’incidente.
Titolo
Alex Zanardi dopo l’incidente.
Descrizione
Zanardi correva con la sua handbike durante la staffetta di “obiettivo3” quando si è schiantato con la ruota anteriore sinistra di un tir. Vediamo la sua ripresa
Autore