in

Agustina e Lautaro: colpo di fulmine incredibile.

La compagna del calciatore dell’Inter svela alcuni retroscena.

agustina share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @agus.gandolfo

A volte per poter vivere la propria storia d’amore bisogna un po’ combattere ed imporsi, specie quando ne vale davvero la pena.

Questo è il caso di Agustina Gandolfo, la compagna di Lautaro, che racconta ai microfoni di Telefe, il suo primo incontro con il giocatore: “è una storia che non racconto quasi mai… ci siamo conosciuti a Buenos Aires, poco prima che lui arrivasse qui (in Italia). Avevo viaggiato con degli amici e ci siamo conosciuti ad un compleanno, non sapevo chi fosse. Ci siamo scambiati i numeri… Mi ha detto ‘un giorno andrai dove vado io adesso…. Lì abbiamo iniziato a chiacchierare e mi è successa una cosa molto pazzesca perché mi sentivo già fidanzata… Intanto sono tornata nella mia provincia, ho dato gli esami all’università e poi sono venuta qui”.

Una conoscenza appena nata, ma che per Lautaro era già molto sufficiente: “E quando sono arrivata, ha gridato ‘ciao amore mio’ e mi ha salutato con un super bacio… è lì che è iniziato tutto. Abbiamo passato nove giorni insieme e il giorno prima del mio ritorno mi ha detto ‘non te ne vai’. ‘Come non me ne vado? Ho i miei negozi, i miei studi, il mio lavoro…’, ho detto. E lui ha chiamato i miei genitori, perché sono una ragazza di mamma e papà, e ha detto loro che sarei rimasta ancora qualche giorno. E sono rimasta un altro mese.”

Un legame forte, pronto a superare tutte le barriere, tutti i problemi, ma anche le domande della famiglia:“Abbiamo sempre avuto un legame molto forte e la cosa pazzesca è che ci siamo visti solo due o tre volte in Argentina eppure sembrava che ci conoscessimo da tutta la vita. Qui siamo lontani dalla famiglia e dagli amici, siamo diventati molto uniti. Successivamente sono tornata a Mendoza e sono andata in vacanza a Cancún con i miei amici. E mentre ero lì, lui, che è molto appassionato, mi ha detto ‘non tornare a Mendoza, vieni direttamente qui, non posso più aspettare.’ Sono andata in Italia. I miei genitori volevano uccidermi, perché ho lasciato tutto, il mio studio, i miei negozi e il mio lavoro nell’azienda dei miei genitori. É stato un impulso, un colpo di fortuna che per fortuna è andato bene… Penso che oggi mi costerebbe molto di più farlo”.

Una scelta fatta per amore, che le ha cambiato del tutto la vita.

Seguiteci anche su Instagram, per scoprire tante curiosità dal mondo del calcio.

Se volete seguire altre notizie sul mondo dello Sport cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @agus.gandolfo