in

“AGÜEROOOO!”: IL MOMENTO PIÙ ICONICO DELLA CARRIERA DEL KUN

La partita che ha messo l’argentino di diritto nella storia del calcio inglese.

kun aguero share hibet social
Fonte immagine: Profilo Instagram @mancity

Come ormai sappiamo, purtroppo, Sergio Agüero ha lasciato il calcio per salvaguardarsi da un problema al cuore.

Una decisione presa anche in relazione ad una carriera dove i rimpianti sono ben pochi, in cui l’argentino ha vinto qualcosa come 15 titoli nazionali (con il Manchester City), due internazionali (l’Europa League e la Supercoppa UEFA con l’Atletico Madrid), due Mondiali U20 e una Coppa America con la sua Nazionale, condita da un oro Olimpico nel 2008.

Ma se andiamo ad esaminare più da vicino la carriera del Kun, possiamo trovare diverse partite che lo hanno reso il campione che tutti conosciamo, con una in particolare che lo ha immortalato inevitabilmente nella storia della Premier League:

PREMIER LEAGUE 2011-2012: PREMESSE

La squadra più simbolica di Agüero è sicuramente il Manchester City, avendoci giocato per un decennio esatto (dal 2011 al 2021).

Al suo primo anno in Inghilterra, il Kun si presenta fin da subito come uno dei principali trascinatori della squadra, in lotta con i rivali cittadini dello United per un titolo che ai Citizens manca da 44 anni. Il momento cruciale arriva proprio all’ultima giornata di campionato, dove da una parte il City sfida un QPR bisognoso di punti salvezza, dall’altra lo United che invece se la dovrà vedere con un Sunderland già salvo. Con le due squadre entrambe a 86 punti, al City basterebbe una vittoria per laurearsi campione di Inghilterra, in virtù dello scontro diretto vinto poche settimane prima per 1-0 grazie al gol di Kompany.

Ma le cose, almeno per un momento, non andranno per il verso giusto.

MANCHESTER CITY-QPR: IL MIRACOLO DI AGUERO

Dopo l’iniziale vantaggio maturato nel primo tempo grazie al primo gol stagionale di Zabaleta, il Manchester City si fa clamorosamente ribaltare dal QPR in inferiorità numerica, portando la partita sul 1-2, risultato che vedrebbe il Manchester United campione d’Inghilterra.

Leggi anche...  COM'ERA L'ULTIMO BARCELLONA USCITO AI GIRONI DI CHAMPIONS?

Le cose cambieranno a partire dal minuto 89’, quando le forze fresche messe in campo da Roberto Mancini inizieranno a dare i loro frutti: in pieno recupero, Edin Dzeko insacca il gol del 2-2 sugli sviluppi di un calcio d’angolo, riaccendendo la speranza di tutto l’Ethiad Stadium. Pochi secondi più tardi, su una manovra ben costruita dai Citizens, Balotelli, spalle alla porta, serve in scivolata proprio il Kun Agüero che, dopo aver saltato un difensore, tira senza pensarci un missile verso la porta, con il portiere che non può fare altro che vedere il pallone del 3-2 insaccarsi in rete. Lo stadio è in delirio: il Manchester City è campione d’Inghilterra dopo 44 anni, con Aguero che diventerà il vero artefice del trionfo. Iconica sarà la telecronaca di Martin Tyler, commentatore di Sky Sports, che alla rete dell’argentino ha urlato a squarciagola il suo nome, diventando, ancora oggi, uno dei simboli di quell’anno fantastico per gli “Sky Blues”.

Se volete seguire altre notizie sul mondo del Calcio cliccate QUI.

Fonte immagine: Profilo Instagram @mancity