in

Fantacalcio, 17a giornata: Fuochi d’artificio

Fantacalcio: 17esima giornata
Fonte immagine: *Pixabay

Incerto, appassionante, inquietante, insolito. E potremmo continuare a lungo con la sequela di aggettivi per definire l’attuale di campionato di Serie A che rischia di diventare il più entusiasmante degli ultimi anni per distacco. Vuoi per la pandemia che non lascia tregua, vuoi per il ritmo incessante di partite a cui sono sottoposti i protagonisti, vuoi per la spada di Damocle degli infortuni perennemente in agguato, stiamo assistendo al festival dell’incertezza dove le convinzioni generate da ogni turno di campionato, ragionevolmente consolidate, vengono spazzate via senza pudore. 

Sotto a chi tocca… 

Succede quindi che la Juventus approfitti del Milan incerottato per fare manbassa di punti a San Siro con un Chiesa in versione saetta McQueen, che l’Inter non riesca a mostrare di essere indipendente dal suo mastodontico bomber Lukaku arrivando a smarrirsi per opera di due ex col dente avvelenatissimo, Candreva e Keita (e non dite che non ve l’avevo detto). I nerazzurri in un colpo solo mancano il tanto agognato sorpasso al Milan e sentono il fiato sul collo della Juventus (a -6 con una partita in meno) e soprattutto della Roma, corsara a Crotone, prossimo avversario tra poco più di 24 ore. E non siamo nemmeno al giro di boa. 

Il meglio deve ancora venire 

E difatti, come ampiamente annunciato nelle puntate precedenti, sarà un gennaio ad alta tensione in cui ogni singolo episodio potrebbe fare la differenza. Basti pensare ai bianconeri che contro il Sassuolo dovranno rinunciare a De Ligt (positivo anche lui), oltre a Cuadrado, Alex Sandro e Morata, quest’ultimo ancora infortunato. In attesa del match da brividi con l’Inter della settimana successiva.  Per non parlare dei rossoneri, che oltre alla lunghissima lista di indisponibili, contro il Torino dovranno fare a meno anche di Calhanoglu, caposaldo fondamentale del Milan post lockdown. Venirne fuori potrebbe non essere una passeggiata. 

E mentre Fonseca recupera i suoi pezzi da 90 (Dzeko, Veretout e Spinazzola) per assaltare la diligenza nerazzurra, Conte si lecca le ferite citando impropriamente la dea bendata, probabilmente l’unica esente da colpe per una rosa assai incompleta nel reparto offensivo. 

 Vi preannuncio che l’analisi di questa diciassettesima giornata sarà in versione “light” perché tra poco più di 2 ore (per voi che state leggendo sabato mattina)  il sottoscritto sarà in diretta sulla pagina Instagram di Hibet Social per snocciolare i temi della giornata e provare a ragionare insieme a voi su chi schierare nella vostra formazione. 

Ma vediamo il quadro completo della giornata: 

BENEVENTO – ATALANTA  

Partita che si preannuncia esaltante tra le due squadre più in forma del campionato. 

Consigliati: Insigne e Pessina. Sconsigliati: gli esterni del Benevento. 

GENOA – BOLOGNA 

Ballardini sa come si fa. Mihajlovic non se lo ricorda più. 

Consigliati: Shomurodov e Vignato (è il mio pupillo). Sconsigliati: Dominguez e Badelj.

MILAN – TORINO  

Match che somiglia ad una scalata a mani nude per i rossoneri. Giampaolo si frega le mani al pensiero di fargli lo sgambetto.  

Consigliati: Leao e Belotti. Sconsigliati: R.Rodriguez e Romagnoli.

ROMA – INTER 

Crocevia fondamentale, la Roma si gioca la credibilità nel percorso scudetto. L’Inter…pure.  

Consigliati: Spinazzola e Lautaro M.. Sconsigliati: Pau Lopez e Brozovic.  

PARMA – LAZIO  

Il ritorno di D’Aversa sulla panchina che lo ha reso celebre. Inzaghi si affida ai soliti noti. 

UDINESE – NAPOLI 

Ancora tanti assenti per gli uomini di Gattuso che a volte si dimenticano di fare gol…non un dettaglio.  

VERONA – CROTONE 

Che sia la volta buona per vedere Kalinic sul tabellino? Cercasi Simy disperatamente.

FIORENTINA – CAGLIARI  

Si scrive Prandelli, si legge “primo non prenderle”. Di Francesco traballa?  

JUVENTUS – SASSUOLO  

Pirlo cerca continuità ma ha l’infermeria piena di big. Occhio al Sassuolo pur senza Berardi. 

SPEZIA – SAMPDORIA  

Derby ligure tutto da godere tra le ammazza grandi dell’ultimo turno. Affidiamoci alle certezze, Nzola e Quagliarella daranno spettacolo. 

 

Per altre fantanews, clicca qui.

 Fonte immagine: *Pixabay

Sommario
Fuochi d'artificio
Titolo
Fuochi d'artificio
Descrizione
Le gerarchie sembrano poter cambiare di giornata in giornata. Questa è la Serie A 2020/2021, uno spettacolo da gustare minuto per minuto.
Autore